UAE TEAM: Analisi del finale del Gp Etruschi: tre differenti situazioni

Una corsa terminata in maniera vincente per il Team UAE (Gp Costa degli Etruschi, disputato domenica 5 febbraio); tre corridori che affrontano gli ultimi chilometri di gara con differenti obiettivi (Ulissi, Petilli e Mori); i due allenatori (Notari e Marangoni) del team che analizzano i dati raccolti in gara dai rilevatori di potenza degli atleti (Power2max): per voi, un esempio reale e significativo dei differenti consumi di energia e di erogazione di potenza in relazione alle diverse situazioni di corsa.

Nel momento in cui Ulissi, il capitano del Team UAE, decide di lanciarsi all’attacco, sulle rampe della salita di Torre Segalari, all’arrivo mancano 11,700 km.
Nel gruppo che guida la corsa e dove si trova Ulissi prima dell’attacco sono presenti anche altri due suoi compagni di squadra, Petilli e Mori. Ulissi da fondo a tutte le energie e cerca di portare a termine il suo tentativo solitario. Petilli resta in un piccolo gruppo inseguitore di circa 15 atleti e svolge un importante lavoro a favore del capitano, mantenendo la sua Colnago C60 in scia delle prime posizioni e cerca di rintuzzare tutti gli attacchi. Mori, che ha già svolto il compito che gli era stato assegnato ed ha condotto Ulissi nelle prime posizioni del gruppo sino alle prime rampe della salita, resta nel secondo gruppo inseguitore e tira i remi in barca rimanendo a ruota.

Nei grafici è riportato il confronto dei valori di prestazione e metabolici dei tre atleti che hanno percorso quei chilometri finali con obiettivi del tutto diversi.
Ulissi andrà a vincere la corsa regalando al Team UAE la seconda vittoria stagionale; Petilli sarà decimo al traguardo con un ritardo reale di 17” reali dal capitano mentre Mori arriverà sulla linea di arrivo 59” reali dopo il capitano.

I parametri prestativi e metabolici esaminati sono la velocità media (km/h), la potenza media (W), la potenza relativa (W/kg) ed il lavoro svolto ossia l’energia consumata per produrlo (Kcal).

La fisica ce lo insegna, e tutti coloro che praticano ciclismo sanno, che stare in scia consente di risparmiare non poche energie ma, forse, pochi si aspetterebbero differenze numeriche tanto significative. Eccoli, allora, un po’ di numeri.

 

Tempo impiegato per percorrere 11,700 Km
Ulissi 17’28”
Petilli 17’45” (reale)
Mori 19’03” (reale)

Potenza media
Ulissi 375 W
Petilli 320 W
Mori 275 W

Energia consumata
Ulissi 395 Kcal
Petilli 342 Kcal
Mori 317 Kcal

Velocità media
Ulissi 40,2 Km/h
Petilli 39,6 Km/h
Mori 37,1 km/h

Potenza relativa
Ulissi 5,84 W/kg
Petilli 4,92 W/kg
Mori 4,23 W/kg

Analisi di questo tipo, assieme ad altri approfondimenti di tipo più complesso, sono parte della routine quotidiana dei due allenatori del Team, Samuel Marangoni e Giacomo Notari, e possono essere effettuate grazie alla precisione, alla affidabilità e alla efficienza degli strumenti concessi in dotazione dagli sponsor tecnici, in questo caso, il misuratore di potenza Power2max.

116 Visite totali, 1 visite odierne

Articoli Che ti potrebbero Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *