Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno: Domani è Italia contro Resto del Mondo

Si annuncia come una sfida fra Italia e Resto del Mondo il doppio confronto in programma domani, domenica 19 marzo, a Cittiglio (VA). Sia nel trofeo Alfredo Binda per donne elite che nel trofeo Da Moreno per donne junior le atlete italiane godono del favore del pronostico. Il 19° “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio” gara UCI Women’s WorldTour vedrà in ELISA LONGO BORGHINI l’atleta da battere. E’ certamente lei il corridore più in forma; da inizio stagione ha conquistato un quinto posto, un quarto posto ed ha vinto “Le Strade Bianche”. Qui a Cittiglio, in una giornata difficile sotto il profilo atmosferico, ha già vinto in passato. Era il 2013 e quel successo diede un impulso fortissimo alla sua carriera sportiva. Domani sarà proprio lei a vestire i panni della superfavorita. La venticinquenne di Ornavasso (VB), due volte campionessa italiana a cronometro, se la dovrà vedere innanzitutto con l’inglese  ELIZABETH ARMITSTEAD DEIGNAN, campionessa del mondo nel 2015 che a Cittiglio tenterà uno storico tris consecutivo, mai riuscito a nessuna. C’è molta curiosità nei confronti dell’olandese MARIANNE VOS che a Cittiglio ha già vinto tre volte ma non consecutivamente. Da tenere in altissima considerazione anche l’altra olandese plurititolata ANNA VAN DER BREGGEN, la campionessa olimpica. Il via alle ore 13.30 da Taino (VA) e arrivo a Cittiglio (VA) alle ore 16.30 (circa) dopo 131 chilometri di gara.

Domani saranno di scena anche le junior nel 5° “Trofeo Da Moreno” – Piccolo Trofeo A. Binda – gara di Coppa delle Nazioni per donne junior. Anche in questa gara le atlete italiane partono favorite; specialmente CHIARA CONSONNI, LETIZIA PATERNOSTER e MARTINA FIDANZA. Il pericolo più grosso arriverà dalla francese CLARA COPPONI, vincitrice lo scorso anno. Il via alle ore 9.00 da Taino ed arrivo a Cittiglio alle ore 11.00 (circa) dopo 69 chilometri di gara.

Oggi pomeriggio i bambini che hanno partecipato al progetto “Pedala, Pedala in Sicurezza si sono “dati battaglia” in alcune gare di promozione di questo sport antico, mai vecchio, che suscita sempre fortissime emozioni. Anche nei più piccoli.

218 Visite totali, 1 visite odierne

Articoli Che ti potrebbero Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *