Antonio Zullo in solitaria sul traguardo di Città di Castello

 

La grande giornata di ciclismo a Città di Castello si è completata con gli elite under 23, il successo di Antonio Zullo della Futura Team Rosini di Franco Chioccioli, che con un’azione sull’ultimo gran premio della montagna di Canoscio riesce a guadagnare il vantaggio necessario per esultare in via Vittorio Veneto dopo 165 chilometri. La partenza alle 13.30 alla presenza del Vescovo di Città di Castello S.E. Monsignor Domenico Cancian, Massimo Massetti assessore allo sport di Città di Castello, il Vice questore aggiunto di Città di Castello D.ssa Lucia Ziliotto. Consegnata prima del via la targa della bici al chiodo a Mattia Bucci, atleta di Cerbara di Città di Castello che ha terminato la sua attività nella categoria elite under 23.

Gara subito veloce con al primo giro la fuga di Matteo Pozzoli Namedsport Rockett, Matteo Trippi e Filippo Capone della Futura Team Rosini, Roberto Burbi della Big Hunter Beltrami Seanese che hanno viaggiato con un vantaggio massimo di 40 secondi alla fine della prima tornata. Il gruppo non ha concesso spazio, andatura sempre molto veloce Capone è riuscito a passare in testa nel gran premio della montagna sia al primo che al secondo giro. Rimescolamento della situazione al terzo giro con 28 unità che prendono il largo, da questo gruppo nasce un’azione molto interessante con Martinelli Aran Cucine, Matteo Grassi e Stefano Ippolito Palazzago Amarù, Michael Delle Foglie Gragnano Sporting Club, Andrea Montagnoli Hopplà Petroli Firenze, Leonardo Basso General Store Zardini Bottoli, Enrico Anselmi Big Hunter Beltrami Seanese, Claudio Longhitano Maltinti e Luca Cappelli dell’Altopack.  Matteo Grassi vince il terzo passaggio al gpm di Canoscio, la situazione vede il gruppo inseguire a circa un minuto l’azione degli 11. Al quarto giro è iniziato a piovere e nasce l’attacco di Marco Grassi Palazzago Amarù e di Enrico Anselmi Big Hunter Beltrami Seanese che si avvantaggiano sui compagni di fuga ma vengono subito raggiunti, a Canoscio transita in testa Stefano Ippolito Palazzago Amarù. Riescono a rientrare altri atleti e al quinto giro al passaggio sul traguardo di Viale Vittorio Veneto sono in sedici al comando, con Matteo Grassi che prova il tentativo solitario sulla spinta di questa progressione si forma un terzetto con Grassi, Leonardo Tortomasi della Snep Focus e Antonio Zullo della Futura Team Rosini. Questa è l’azione decisiva se ne vanno in tre con Grassi che vince anche il penultimo gpm e conquista matematicamente la maglia di miglior scalatore. Continua a piovere, grande selezione nell’ultimo giro e è Zullo che scatta sulla salita di Canoscio e mette in cassaforte la vittoria. Grande festa all’arrivo nonostante la pioggia con i corridori che sono stati accolti con grande entusiasmo dal pubblico tifernate. Alla premiazione il presidente della Unione Ciclistica Città di Castello, la signora Beppa Amantini ed il Vice questore aggiunto di Città di Castello D.ssa Lucia Ziliotto.

 

Ordine d’arrivo:
1° Antonio Zullo (Futura Team Rosini)
2° Matteo Grassi (Palazzago Amarù) a 15″
3° Leonardo Tortomasi (Snep Focus)
4° Stefan Ippolito (Palazzago Amarù)
5° Stefano Verona (Big Hunter Beltrami Seanese)
6° Emanuele Onesti (Hopplà Petroli Firenze)
7° Umberto Marengo (Delio Gallina Colosio)
8° Leonardo Bass (General Store bottoli Zardini)
9° Raimondas Rumsas (Palazzago Amarù)
10° Filippo Castaldo (Vejus TMF)

 

Maglia rossa SVI 1° classificato Antonio Zullo Futura Team Rosini

Maglia verde Acqua e Sapone 1° gpm Matteo Grassi Palazzago Amarù

Maglia rosa T.V. Salpa Leonardo Tortomasi Team Snep Focus

Maglia gialla primo straniero On Board Raimondas Rumsas Palazzago Amarù

Maglia blu primo dei giovani Htl Fortebraccio Emanuele Onesti Hopplà Petroli Firenze

1,068 Visite totali, 3 visite odierne

Articoli Che ti potrebbero Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *