RUFFONI CONCEDE IL BIS AL TOUR OF CROATIA

E’ ancora Nicola Ruffoni l’uomo più veloce del gruppo al Tour of Croatia. Dopo la splendida volata di ieri nella terza tappa il bresciano della Bardiani-CSF ha replicato oggi nella quarta (Crikvenica-Umag, 171 km) lasciandosi alle spalle Minali (Astana) e Savitskiy (Gazprom). Ruffoni è stato protagonista di una volata di oltre 250 metri, resa necessaria dalla presenza davanti al plotone di Marangoni (Nippo-Fantini), l’unico corridore della fuga che ancora non era stato riassorbito.

photo KL-Photo/BettiniPhoto©2017

“Sono partito lungo per i miei standard e sapevo essere un azzardo” ha spiegato Ruffoni. “La strada scendeva leggermente, Maragoni era lì davanti ed ero convinto di poterlo recuperare. Il rischio più grande era quello di essere rimontato, ma non potevo fare altro. Oggi è stato premiato il coraggio di azzardare. E per vincere le volate, ci vuole anche quello”.

“Il momento di maggiore incertezza l’abbiamo vissuto a 5 km dal traguardo. Strade strette, passaggi rischiosi e i fuggitivi che non si vedevano, nonostante sapessimo che non avevano un vantaggio enorme. Arrivati sul rettilineo li abbiamo messi nel mirino ma faticavamo a riprenderli. Maestri ha svolto un gran lavoro in testa al gruppo insieme alle altre squadre dei velocisti. Io mi sono affidato ancora a Boem e Simion. Nicola è stato bravissimo a tenerci davanti e mantenere l’andatura alta, poi Paolo mi ha guidato in maniera eccezionale nella bagarre dell’ultimo chilometro, non senza qualche rischio”.

“Posso solo aggiungere un ringraziamento a tutta la squadra, ammiraglia compresa, perchè hanno creduto ancora una volta in me. Sono felice di non averli delusi e, ovviamente, di questo ottimo momento”.

Le vittorie del #GreenTeam nel 2017 salgono così a tre (la prima di Enrico Barbin al Tour de Langkawi e la seconda ieri) mentre Ruffoni porta il bottino personale a sei successi (oltre a quella dieri, tappa Tour du Poitou Charantes nel 2015, due tappa al Tour of Austria e GP Beghelli nel 2016).

Domani, quinta tappa, Ruffoni partirà con la maglia di leader della classifica a punti, guidata con 53 punti contro i 51 di Minali e i 47 di Grosu.

Ordine d’arrivo:
1° Nicola Ruffoni (Bardiani CSF) 4h10’15”
2° Riccardo Minali (Astana)
3° Ivan Savitskiy (Gazprom RusVelo)
4° Marco Canola (Nippo Vini Fantini)
5° Dusan Rajovic (Adria Mobil)
6° Alan Marangoni (Nippo Vini Fantini)
7° Daniel Auer (Team Felbermayr Simplon Wels)
8° Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo)
9° Eduard Grosu (Nippo Vini Fantini)
10° Gasper Katrasnik (Adria Mobil)

419 Visite totali, 0 visite odierne

Articoli Che ti potrebbero Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *