PRESENTATA A VARSAVIA AL VELODROMO DI PRUSZKOW L’EDIZIONE NUMERO 74 DEL TOUR DE POLOGNE-UCI WORLD TOUR

 

Varsavia, 15 maggio 2017 – Grande spettacolo per la presentazione ufficiale del Tour de Pologne – UCI World Tour. Il vernissage dell’edizione numero 74 della corsa a tappe polacca è andato in scena questa sera, con quasi 500 invitati, presso la magnifica cornice offerta dalla BGZ BNP Paribas Arena di Pruszkow, il moderno velodromo che sorge alle porte di Varsavia già sede di competizioni internazionali importanti quali i Campionati del Mondo del 2009 e i Campionati Europei del 2010, organizzati con la collaborazione del Lang Team.

LE TAPPE
Sono 7 le tappe in programma per il Tour de Pologne – UCI World Tour 2017. Si comincia sabato 29 luglio con la Grand Depart da Cracovia, capitale storica e culturale della Polonia, con una tappa in linea adatta ai velocisti. Traguardo finale venerdì 4 agosto con tanta salita sull’impegnativo circuito di Bukowina Tatrzanska nel cuore dei monti Tatra.

29/07 Tappa I, Krakow – Krakow, 137 km
30/07 Tappa II, Tarnowskie Gory – Katowice, 146 km
31/07 Tappa III, Jaworzno – Szczyrk, 161 km
01/08 Tappa IV, Zawiercie – Zabrze, 238 km
02/08 Tappa V, Olimp Nagawczyna – Rzeszow, 130 km
03/08 Tappa VI, Kopalnia Soli “Wieliczka” – Zakopane, 199 km
04/08 Tappa VII, Bukovina Resort – Bukowina Tatrzanska, 132.5 km

E’ possibile consultare e scricare planimetrie, altimetrie e tutti i dettagli delle tappe sul sito:
http://tourdepologne.pl/pl/

LE MAGLIE
Presentate anche le maglie 2017. La novità è Carrefour che diventa lo sponsor della maglia gialla che contraddistingue il leader della classifica generale che sarà poi il vinciotre del Tour de Pologne. Confermate le altre maglie: Tauron è il title sponsor della maglia ciclamino dei gran premi della montagna. Hyundai, fornitore ufficiale di tutte le macchine della carovana del Tour de Pologne, è il title sponsor della maglia bianca della classifca degli sprinter. Inoltre per il vincitore del Tour de pologne ci sarà un autovettura Hyundai modello Tucson. Lotto è il title sponsor della maglia blu che contraddistingue il corridore più attivo in gruppo.

GLI OSPITI PRESENTI
Tanti i volti noti delle sport e delle istituzioni intervenuti al battesimo di quello che si conferma l’evento ciclistico più importante dell’intero Est Europa, l’unico di questa parte del vecchio continente ad essere inserito nel calendario UCI World Tour e che si può considerare l’evento sportivo annuale più importante della nazione.
A fare gli onori di casa il direttore generale del Tour de Pologne, Czeslaw Lang, affiancato dal neo-eletto presdidente della Federazione Ciclistica Polacca, che ha sede presso il velodromo, Dariusz Banaszek. Con loro il ministro dello sport e del turismo polacco Witold Banka a testimoniare il valore che questo evento sportivo ha per la Polonia. E inoltre il direttore generale dell’UCI (Union Cycliste Internationale) Martin Gibbs con Marian Stetina membro del direttivo UCI. E poi Alexander Gusyatnikov membro del direttivo UEC (Union Européenne de Cyclisme) con la carica di vice presidente (ricordiamo che questa carica della UEC è ricoperta anche da Agata Lang, alla guida della macchina organizzativa del Tour de Pologne accanto al padre Czeslaw). Tra i corridori presenti Przemyslaw Niemiec, del UAE Team Emirates, assente forzato dal Giro d’Italia a causa della caduta patita lal Tour of Croatia. E poi tutti gli sposnor della grande famiglia del Tour de Pologne e i numerosi media che raccontano la corsa portandola nelle case di tutta la Polonia e in quelle di tutto il resto mondo.

 

UNA GIORNATA DEDICATA ALLE DUE RUOTE:
kermesse in pista con i giovani e le “vecchie glorie”.

La presentazione del Tour de Pologne numero 74 ha rappresentato l’apice di un’intera giornata dedicata alle due ruote che ha visto susseguirsi numerose iniziative organizzate dal Lang Team in collabborazione con la Federazione Ciclistica Polacca. Presso il velodromo è stata allestita una mostra di foto, documenti e oggetti storici per ripercorrere la storia e le tappe del Tour de Pologne e del ciclismo polacco, i campioni di oggi e di ieri e le vittorie. Spettacolare la kermesse in pista che si è svolta nell’arco della giornata. Prima protagonisti i ragazzi e le ragazze delle categorie giovanili. In serata poi è toccato alle “vecchie glorie”, compresi il direttore generale del Tour de Pologne Czeslaw Lang e il suo collaboratore Lech Piasecki e con loro altri grandi ex polacchi tra cui Ryszard Szurkowski e Dariusz Baranowski, scendere sull’ovale di Pruszkow insieme ai migliori giovani della giornata. Una lunga volata con il passato e il futuro del ciclismo polacco che pedalano insieme per costruire qualcosa di importante.

DICHIARAZIONI
“Quest’anno partiremo da Cracovia, sede nelle ultime edizioni della crono conclusiva, con una tappa in linea dedicata, almeno sulla carta, ai velocisti. Nella prima parte del Tour de Pologne vedremo in azione soprattutto le ruote veloci del gruppo e ci sarà sapzio anche per i coraggiosi che vorranno provare ad attaccare con qualche fuga da lontano. Tra le novità c’è l’arrivo in salita della terza tappa a Szczyrk, su una salita non impossibile ma interessante che per caratteristiche si può paragonare allo strappo del Poggio alla Milano-Sanremo. La quarta tappa sarà invece la più lunga con i suoi 238 km. Le ultime due giornate poi saranno le più difficili con le tappe di montagna nel cuore dei monti Tatra. In questa edizione la tappa regina, la più dura quella di Bukowina Tatrzanska che solitamente era il penultimo giorno, coinciderà invece con la tappa finale. Non ci saranno cronometro e probabilmente sarà proprio l’impegnativo circuito di Bukowina Tatrzanska a decidere chi sarà il vincitore del Tour de Pologne. Abbiamo fatto questa scelta con l’obiettivo di lasciare la corsa aperta, incerta e combattuta fino alla fine. Auspichiamo che anche quest’anno la nostra corsa, come da tradizione, possa portare alla ribalta tanti giovani talenti, guardando al recente passato penso a Peter Sagan, Daniel Martin, Moreno Moser, Fernando Gaviria, Marcel Kittel, i nostri Majka e Kwiatkowski e molti altri ancora” spiega il direttore generale del Tour de Pologne Czeslaw Lang.

“Il Tour de Pologne non è solo un evento sportivo di livello internazionale ma diventa, attraverso la visibilità data dai media nel periodo della gara e oltre, un’importante vetrina, sotto tutti i punti di vista, della Polonia con il suo patrimonio storico, culturale e le bellezze paesaggistiche delle località toccate, in tutto il mondo. Ci tengo a sottolineare inoltre la grande valenza a livello sociale ed educativo di un evento come il Mini Tour de Pologne, votato a coinvolgere i bambini e le loro famiglie” sottolinea il ministro dello sport e del turismo Witold Banka.

LE SQUADRE AL VIA
I protagonisti come sempre saranno loro, i corridori. Al via le 18 formazioni UCI World Team che partecipano di diritto a tutte le prove del calendario UCI World Tour. A queste si aggiungono le 4 wild card assegnate dall’organizzazzione del Tour de Pologne a: Team Novo Nordisk (USA), Gazprom Rusvelo (Russia), CCC Sprandi Polkowice (Polonia) e Reprezentacja Polski (la nazionale polacca).

GLI ALTRI EVENTI DEL TDP
Professionisti ma non solo anche quet’anno la corsa sarà accompagnata da due eventi importanti. Quotidianamente, esclusa l’ultima tappa, ci sarà il Nutella Mini Tour de Pologne, con due gare quella riservata ai più piccoli (8-12 anni) e quella riservata ai ragazzini dei club (13-14 anni). “Quest’anno Nutella e il Tour de Pologne festeggiano il traguardo dei 10 anni di collaborazione continuativa insieme e inoltre questo è il 25° anno di Ferrero in Polonia. E’ una grande soddisfazione per entrambe le parti pensare alle migliai di giovani che si sono avvicinati e appasionati al ciclismo passando da qui. L’esempio più bello ed ecclatante è certamente Michal Kwiatkowski “sbocciato” sulle strade del mini tour, ma chiaramente non tutti possono diventare campioni come lui. L’obiettivo del Nutella Mini Tour de Pologne è quello di trasmettere valori importanti quali la fatica, l’impegno e il sacrificio, valori indispensabili nello sport così come per crescere nella vita” spiega Enrico Bottero General Manager di Ferrero Polska Commercial.

L’altro evento è il Tour de Pologne Amatorow, la gara che porta ogni anno sempre più appassionati a pedalare sulle stesse strade dei prof in occasione della spettacolare tappa di Bukowina Tatrzanska che quest’anno avrà l’onore di essere la tappa conclusiva del Tour.

Foto in allegato ©SzymonGruchalski/TDP

309 Visite totali, 1 visite odierne

Articoli Che ti potrebbero Interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *