CDM PISTA: Gbr strepitosa in casa, Azzurre d’argento

Manchester (GBR) (12/11) – Si chiude il sipario sulla 2^ prova di Coppa del Mondo UCI disputata a Manchester e l’Italia conquista un’altra medaglia che si somma all’oro di Barbieri nello scratch e al bronzo della coppia Barbieri-Balsamo nel madison femminile: l’argento dalle quotatissime azzurre del quartetto. Per l’Italia anche la soddisfazione (sia in campo maschile che femminile), dopo 2 gare del challenge UCI, di guidare la classifica di Coppa in questa disciplina olimpica.
Un argento che splende. “Ora pensiamo a recuperare energie e riprendere il lavoro a casa con la prospettiva di migliorarci ai mondiali” – dice il CT Salvoldi – Era prevedibile. La Gran Bretagna ha preparato con cura la rivincita nell’inseguimento a squadre femminile dopo lo smacco subito dall’Italia agli Europei di Berlino. Sul terreno “neutro” della Germania la sfida lanciata dalle azzurre si era conclusa con la vittoria netta in 4’17”853 (nuovo record italiano) contro il 4’21”164 delle britanniche. Nella prima prova di Coppa del Mondo una settimana fa in Polonia l’Italia ha vinto ancora in 4’21”965 contro il Canada, mentre la Gran Bretagna si piazzava al terzo posto in 4’22”230. A Manchester le britanniche, davanti al proprio pubblico, non potevano cedere a cuor leggero lo scettro della specialità olimpica detenuto per tanto tempo e si sono presentate agguerrite come mai si era visto nelle ultime gare internazionali. Hanno vinto il round casalingo nettamente, restituendo alle azzurre con gli interessi il distacco subito a Berlino con il tempo di 4’16”803 contro 4’21”562. L’Italia conserva comunque la leadership in Coppa con 1900 punti, seguita dalle rivali con 1800 punti.
C’è da credere che la lotta per il primato diventerà sempre più accesa. L’appuntamento più importante della stagione sono i Mondiali, ma l’obiettivo di fondo sono le Olimpiadi di Tokyo 2020.
Il parere del CT Salvoldi – “Per noi l’obiettivo erano gli europei di Berlino. Fino a qui ci siamo arrivati con tanta voglia ma anche per inerzia. Ora pensiamo a recuperare le energie e a riprendere il lavoro a casa nostra con la prospettiva, naturalmente, di migliorarci ai mondiali. Poi se sarà rivincita…..vorrà dire che noi abbiamo lavorato bene!”
Anche sulle altre discipline il CT conferma la voglia di crescere: “Vogliamo essere migliori anche nelle altre specialità. E’ necessario però comprendere che il livello è sempre molto alto ed essere vicino alle migliori costa grande sacrificio. Ci sono sempre aspettative alte nei confronti delle mie atlete. In realtà – conclude il CT – abbiamo bisogno ancora di lavorare in serenità”.
Il torneo del quartetto rosa – Le azzurre del CT Salvoldi, Pattaro Francesca, Balsamo Elisa, Guderzo Tatiana, Valsecchi Silvia, segnano in qualifica il crono di 4’22”020 che vale un ottimo secondo tempo, alle spalle della Gran Bretagna (Archibald Katie, Barker Elinor, Nelson Emily, Evans Neah), scatenata in casa, che ferma le lancette a 4’18”471. L’Italia vola in semifinale contro il Giappone terzo miglior tempo in qualifica (4’27”329). Le asiatiche nulla possono contro la determinazione delle azzurre che vincono in 4’25”471 contro 4’28”377. In finale, la Gran Bretagna è riuscita poi a dettare legge in casa e nel suo oro vinto contro le azzurre c’è tutta la voglia di rivincita.
Azzurri nelle altre specialità – Scartezzini e Bertazzo nel Madison entrano nella top ten con il 10 posto e 4 punti. Per loro, lo aveva detto il CT Villa, è giusto fare esperienza e correre in gara il più possibile. L’oro è andato alla Danimarca, argento alla Francia e bronzo alla Polonia, tutte sul podio con anche un giro di vantaggio.
La velocità individuale donne (nessuna azzurra al via) va alla plurititolata Cristina Vogel. Mentre, nel keirin uomini per gli azzurri Luca e Davide Ceci (quest’ultimo presente come Team Friuli), il torneo si è concluso ai recuperi. Il primo gradino del podio è andato a Matthijs Buchli.
Francesco Lamon, dopo aver fatto il suo esordio ieri nell’omnium, oggi si è misurato nel Km da fermo. Il suo seppur buon 15^ tempo (1’02”686) non gli ha permesso di accedere alla finale vinta poi dall’australiano Matthew Glaetzer.

Medaglie azzurre
Oro – Scratch Donne Rachele Barbieri
Argento – Inseguimento a squadre donne
Bronzo – Madison Donne di Rachele Barbieri ed Elisa Balsamo
Italia leader della classifica di Coppa nell’inseguimento a squadre uomini e donne

VELOCITÀ IND. DONNE
QUALIFICAZIONI
(passano il turno)
1.Vogel Kristina (Ger) 10”651; 2. Van Riessen Laurine (Mpc) 10”850; 3. Voinova Anastasiia (Rus) 10”858; 4. Shmeleva Daria (Rus) 10”927; 5. Braspennincx Shanne (Ola) 10”935; 6. Marozaite Migle (Ltu) 10”984; 7. Ligtlee Elis (Ola) 11”000; 8. Starikova Olena (Ucr) 11”073; 9. Tang Mengqi (Cina) 11”143; 10. Guo Yufang (Hbt) 11”146; 11. Godby Madalyn (Usa) 11”159; 12. Calvo Barbero Tania (Spa) 11”167; 13. Krupeckaite Simona (Ltu) 11”180; 14. Degrendele Nicky (Bel) 11”222; 15. Welte Miriam (Ger) 11”228; 16. Marchant Katy (Gbr) 11”272; 17. James Rachel (Wal) 11”278; 18. Gaxiola Gonzalez Luz Daniela (Mex) 11”289; 19. Maeda Kayono (Giap) 11”299; 20. Cumming Emma (Nzl) 11”308; 21. Clair Sandie (Fra) 11”330; 22. Jagodzinska Julita (Pol) 11”375; 23. Podmore Olivia (Nzl) 11”385; 24. Marquardt Mandy (Usa) 11”450; 25. Ohta Riyu (Giap) 11”459; 26. Casas Roige Helena (Spa) 11”488; 27. Stewart Robyn (Irl) 11”547; 28. Los Urszula (Pol) 11”554
SEMIFINALI
Heat 1: 1. Vogel Kristina (Ger); 2. Braspennincx Shanne (Ola)
Heat 2: 1. Van Riessen Laurine (Mpc); 2. Voinova Anastasiia (Rus)

FINALE 1-2: 1. Vogel Kristina (Ger); 2. Van Riessen Laurine (Mpc)
FINALE 3-4: 3. Voinova Anastasiia (Rus); 4. Braspennincx Shanne (Ola)

KEIRIN UOMINI
1 ROUND (i primi due qualificati)
Heat 1: 1. Buchli Matthijs (Bcc); 2. Vynokurov Andrii (Ucr) – 6. Luca Ceci
Heat 2: 1. Eilers Joachim (Ger); 2. Bottasso Leandro (Arg)
Heat 3: 1. Glaetzer Matthew (Aus); 2. Rajkowski Patryk (Pol)
Heat 4: 1. Truman Joseph (Gbr); 2. Awang Mohd Azizulhasni (Cim) – 6. Ceci Davide (Ctf)

RECUPERI (i vincitori superano il turno)
Heat 1: 1. Lafargue Quentin (Fra)
Heat 2: 1. Castle Jordan (Nzl); 3. Ceci Luca (Ita)
Heat 3: 1. Nitta Yudal (Dsr); 3. Ceci Davide (Ctf)
Heat 4: 1. Peralta Gascon Juan (Spa)

FINALE 1-6: 1. Buchli Matthijs (Bcc); 2. Vynokurov Andrii (Ucr); 3. Peralta Gascon Juan (Spa); 4. Glaetzer Matthew (Aus); 5. Nitta Yudal (Dsr); 6. Truman Joseph (Gbr)
FINALE 7-12: 7. Lafargue Quentin (Fra): 8. Eilers Joachim (Ger); 9. Castle Jordan (Nzl); 10. Awang Mohd Azizulhasni (Cim); 11. Rajkowski Patryk (Pol); 12. Bottasso Leandro (Arg)

INSEGUIMENTO A SQUADRE DONNE
1° ROUND
1) 1. RUSSIA (Badykova Gulnaz, Oshurkova Elizaveta, Goncharova Alexandra, Iakovenko Anastasiia) 4’30”954; 2. TEAM BREEZE (Raybould Rebecca, Dickinson Eleanor, Holl Jenny, Dentus Abigail) 4’31”229
2) 1. GERMANIA (Becker Charlotte, Paller Tatjana, Stock Gudrun, Brausse Franziska) 4’29”196; 2. CINA (Chen Qiaolin, Zhao Baofang, Wang Xiaofei, Jin Chenhong) 4’30”476
3) 1. ITALIA (Pattaro Francesca, Balsamo Elisa, Guderzo Tatiana, Valsecchi Silvia) 4’25”471 ; 2. GIAPPONE (Furuyama Kie, Kajihara Yumi, Nakamura Kisato, Hashimoto Yuya) 4’28”377
4) 1. GRAN BRETAGNA (Archibald Katie, Barker Elinor, Nelson Emily, Evans Neah) 4’23”780; BELGIO (Dom Annelies, Kopecky Lotte,Vandenbroucke Saartje, D’Hoore Jolien) 4’30”985

FINALE 1-2: 1. GRAN BRETAGNA (Archibald Katie, Barker Elinor, Nelson Emily, Evans Neah) 4’16”803; 2. ITALIA (Pattaro Francesca, Balsamo Elisa, Guderzo Tatiana, Valsecchi Silvia) 4’21”562
FINALE 3-4: 3. GIAPPONE (Furuyama Kie, Kajihara Yumi, Nakamura Kisato, Hashimoto Yuya) 4’28”668; 4. GERMANIA (Becker Charlotte, Paller Tatjana, Stock Gudrun, Brausse Franziska) 4’30”805
CLASSIFICA COPPA DEL MONDO DOPO DUE PROVE: 1. Italia p. 1900; 2 Gran Bretagna p. 1800; 3. Germania p. 1500; 4. Russia p. 1300; 5. Polonia p. 1110; 6. Belgio p. 1100; 7. Francia p. 1100; 8. Ucraina p. 1000; 9. Canada p. 900; 10. Giappone p. 800; 11. Cina p. 700; 12 Team Breeze p.550; 13 Irlanda p. 380

KM DA FERMO UOMINI
QUALIFICAZIONI
1.Glaetzer Matthew (Aus) 59”970
2.Skinner Callum (Opm) 1’00”868
3.De Pauw Ayrton (Bel) 1’00”871
4.Vigier Sebasen (Fra) 1’01”124
5. Wale Jonathan (Kgf) 1’01”174
6. Engler Eric (Ttb) 1’01”276
7.Sojka David (Cze) 1’01”304
8. Bos Theo (Bcc) 1’01”477
9.Gross Felix (Ger) 1’01”512
10. Williams Zac (Nzl) 1’01”902
11.Moreno Sanchez Jose (Spa) 1’02”130
12. Ligtlee Sam (Ola) 1’02”131
13. Fukaya Tomohiro (Dsr) 1’02”260
14. Vasyukhno Alexandr (Rus) 1’02”450
15. Lamon Francesco (Ita) 1’02”686
16. Luo Yongjia (Cina) 1’03”288
17. Hsiao Shih Hsin (Tpe) 1’03”389
18. Mohd Zonis Muhammad Fadhil (Sdf) 1’04”193
19. Lipa Mateusz (Pol) 1’04”778
20. Leung Ka Yu (Hkg) 1’06”296
21. Spies Jean (Rsa) 1’06”494
22. Croom John (Usa) 1’07”276

FINALE
Glaetzer Matthew (Aus) 1’00”081
Engler Eric (Ttb) 1’01”085
Skinner Callum (Opm) 1’01”161
Bos Theo (Bcc) 1’01”610
Sojka David (Cze) 1’01”689
Vigier Sebastien (Fra) 1’01”708
Wale Jonathan (Kgf) 1’01”818
De Pauw Ayrton (Bel) 1’01”913

MADISON UOMINI
Danimarca (Larsen Niklas-Von Folsach Casper) 46
Francia (Thomas Benjamin-Kneisky Morgan) 46
Polonia (Staniszewski Daniel-Pszczolarski Wojciech) 37
Spagna (Mora Vedri Sebastian-Torres Barcelo Albert) 27
Belgio (De Ketele Kenny-De Pauw Moreno) 24
Gran Bretagna (Stewart Mark-Latham Christopher) 12
Svizzera (Perizzolo Loic-Suter Gael) 10
Irlanda (English Felix-Potts Marc) 6
Olanda (Stroetinga Wim-Havik Yoeri) 6
Italia (Scartezzini Michele-Bertazzo Liam) 4
Germania (Beyer Maximilian-Weinstein Domenic) 2
Kazakhstan (Panassenko Nikita-Vassilenkov Roman) 2
Nuova Zelanda (Stewart Campbell-Sexton Thomas) 1
Rep. Ceca (Kraus Jan-Hochmann Jiri) -20
Russia (Sazanov Andrei-Kulikov Vladislav) -20
Austria (Matzner Stefan-Mastaller Stefan) -20
Ucraina (Shevchuk Taras-Vasyliev Maksym) -20
Argentina (Ruiz Ivan Gabriel-Contte Tomas) -20

Condividi
Leggi il seguito

GIOVANISSIMI: PREMIAZIONE A CASALGUIDI DEL MEETING REGIONALE DI SOCIETA’- MEMORIAL FRANCO BALLERINI

CASALGUIDI(PT).- Si è rinnovata nella Sala Polivalente Mario Francini della Misericordia di Casalguidi, la località dove risiedeva Franco Ballerini, la bella festa nel corso della quale sono state premiate le società giovanissimi, protagoniste nel corso del 2017.
E’ stato bello vedere il sorriso, la gioia, la felicità, l’entusiasmo dei giovanissimi convenuti con i loro allenatori e dirigenti per la premiazione finale del Meeting Regionale di Società-Memorial Franco Ballerini. Quel sorriso che ha sempre avuto sul volto il “Ballero” al quale è stato reso omaggio prima della cerimonia con una visita nel cimitero dove riposa e la deposizione di un mazzo di fiori da parte di un giovanissimo dell’Olimpia Valdarnese alla presenza di tante persone. Poi tutti in sala per le premiazioni indette dalla Commissione Giovanile (coordinatore Roberto Fontini, responsabile Laura Puccetti, collaboratori Velio Bigazzi, Luigi Fontanella, Mauro Renzoni). Presenti Giacomo Bacci presidente del Comitato Regionale Toscano, il consigliere nazionale della Federciclismo Maurizio Ciucci, Luciano Talini presidente del Comitato Provinciale di Pistoia con il vice Domizio Spadi, il vice sindaco Federico Gorbi e l’assessore allo sport Benedetta Vettori per il Comune di Serravalle Pistoiese, l’immancabile Franco Vita. Tra i presenti e la prima ad essere premiata, la signora Sabrina Ricasoli, moglie di Franco Ballerini. Dopo i saluti di rito, premiate per il Trofeo Granducato Junior MTB, Borgonuovo Milior, Garfagnana MTB, Olimpia Valdarnese, G.S. Daccordi, Elba Bike Scott. Per il Trofeo Tuscany Junior MTB Elba Bike Scott, Olimpia Valdarnese, Garfagnana MTB, Cycling Team Livorno, G.S. Daccordi. Per la Challenge giovanissimi della pista, nuova e felice istituzione, Fosco Bessi Calenzano, Olimpia Valdarnese, Pol. Albergo, Velo Club Empoli e San Miniato Ciclismo. Per i direttori sportivi sempre in merito all’attività su pista riconoscimenti alla Fosco Bessi (società vincitrice), all’Olimpia Valdarnese (società con più presenze), al Velo Club Empoli (premio fedeltà).
Sono stati quindi consegnati i riconoscimenti alle società organizzatrici dei tre meeting regionali, il Pedale Toscano Ponticino (fuoristrada), Itala Ciclismo 1907 (abilità e velocità), San Miniato S.Croce (strada). Nella classifica di partecipazione al primo posto l’Olimpia Valdarnese seguita da Pedale Toscano e Pol. Albergo Del Tongo. In quella femminile il Campi Bisenzio ha prevalso sulla Olimpia Valdarnese e sull’U.C. Donoratico. Infine la classifica generale che ha laureato vincitrice del Meeting Regionale-7°Memorial Franco Ballerini 2017, ancora una volta l’Olimpia Valdarnese seguita da Pedale Toscano, Campi Bisenzio, Donoratico, San Miniato Ciclismo, Pol. Albergo, Velo Club Empoli, Fosco Bessi, Pedale Pietrasantino e Team Valdinievole.

Condividi
Leggi il seguito

Folcarelli e Bulleri conquistano il Memorial Raffaele Belardo

La terza gara del Giro Italia Ciclocross ha visto gare molto emozionanti ed equilibrate; tra gli Juniores la spunta Conca, Torcianti e Brufani brillano tra gli Allievi

Grumo Nevano ha accolto la grande festa del Giro Italia Ciclocross. La località in provincia di Napoli ha ospitato per la prima volta nella sua storia una gara di ciclocross, che impreziosisce ancora di più l’importante tradizione ciclistica locale. La terza tappa del GIC è stata organizzata dall’Asd Belardo Sport in collaborazione con l’Asd Romano Scotti, associazione che coordina l’intero Giro Italia Ciclocross. Durante la giornata di gare non sono mancati il vicesindaco di Grumo Nevano Carmine D’Aponte, e i rappresentanti dell’amministrazione comunale.

Il successo della maglia rosa Antonio Folcarelli (Race Mountain Folcarelli) è arrivato al termine di una gara Open molto equilibrata. Dopo la bagarre iniziale si forma in testa alla gara lo stesso terzetto che ha animato anche la gara di Ferentino del GIC, composto, oltre che da Folcarelli, da Cristian Cominelli (Prd Sport) e Stefano Capponi (Pro Bike). Tra questi tre corridori Cominelli è stato quello maggiormente bersagliato dalla sfortuna, in quanto è stato vittima di un salto di catena e di una foratura. Di questa situazione ne ha approfittato Folcarelli, che negli ultimi giri ha conquistato la testa della corsa mantenendo un vantaggio di 8” su Capponi e di 15″ su Cominelli. All’ultimo giro il bresciano riesce a superare il portacolori della Pro Bike, ma la vittoria di Folcarelli non è in discussione: dopo due secondi posti ottenuti a Numana e a Ferentino, il laziale conquista la sua prima vittoria nella categoria Open al Giro Italia Ciclocross, e rafforza la propria leadership nella classifica generale. Il portacolori della Race Mountain continua ad essere anche leader della classifica dei giovani, contraddistinta dalla maglia bianca.

Alessia Bulleri (Trentino Cross Giant Smp) è la dominatrice della categoria Open femminile. L’atleta elbana è riuscita ad imporre un ritmo molto alto fin dalle prime battute di gara, mentre la maglia bianca Nicole Fede (Valcar PBM) è stata vittima di una foratura dopo i primi metri di gara. Il vantaggio della Bulleri è incrementato giro dopo giro, fino ad arrivare ad oltre un minuto e mezzo sul quartetto alle sue spalle, composto da Giorgia Fraiegari (Team Masciarelli), Gaia Realini (Team Masciarelli), Valeria Pompei (Race Mountain Folcarelli) e Nicole Fede, che riesce a rientrare sulle avversarie dopo aver inseguito per circa metà gara da sola. Alessia Bulleri fa colpo doppio, ottenendo sia il trionfo in gara che la maglia rosa Open. La maglia bianca di miglior giovane resta sulle spalle di Nicole Fede, che chiude in seconda posizione; sul podio di giornata c’è anche Valeria Pompei, terza.

Molto equilibrata è stata la gara degli Juniores, con un gruppo composto da 11 corridori che ha dominato la prima parte di gara. Da questo drappello sono riusciti a prendere il largo Loris Conca (Biringhello), Marco Pavan (Cadrezzate) e Federico Ceolin (Velociraptors). Questi tre uomini riescono a mantenere un vantaggio importante fino all’ultimo giro; negli ultimi metri è lo spunto veloce di Conca a brillare su Ceolin, che chiude in seconda piazza, e su Pavan. Grazie al piazzamento sul secondo gradino del podio, Ceolin conquista anche la maglia rosa, ed è quindi il nuovo leader della classifica generale Juniores.

Riconquista la maglia rosa della categoria Allievi Gabriele Torcianti (Biciadventure Team). Il corridore marchigiano ha guidato un gruppo di sei corridori che ha dimostrato, fin dai primi metri, di avere un passo diverso rispetto agli altri. All’interno di questo drappello era presente anche la maglia rosa Daniel Cassol (Trentino Cross Giant Smp). Nel finale Torcianti riesce ad imporre un ritmo più alto di quello degli avversari, riuscendo così ad ottenere un successo che gli permette di riconquistare la maglia rosa per un solo punto su Cassol, che chiude in terza posizione nella classifica di giornata. In seconda posizione, al termine della gara di Grumo Nevano, c’è Ettore Loconsolo (Ludobike), anch’egli grande protagonista di questa prima parte di GIC.

Tra le donne prosegue il dominio incontrastato di Letizia Brufani (Lu Ciclone): come già avvenuto a Numana e a Ferentino, la ragazza umbra è riuscita a conquistare il successo dominando la gara fin dal primo giro. Salgono sul podio con lei Ylenia Fiscarelli (Fiorin) e Lara Scarselli (Ciclistica San Miniato – Santa Croce).

La prova riservata agli Esordienti ha visto un terzetto prendere il comando nelle prime battute, composto da Federico De Paolis (Race Mountain Folcarelli), Ivan Carrer (Eurobike) e Andrea Micaletto (Mtb Casarano). Al termine del secondo giro la maglia rosa De Paolis perde terreno rispetto a Micaletto e a Carrer: quest’ultimo conquista la testa della corsa e si invola solitario verso il successo. Il giovane talento del Team Eurobike vince davanti a Micaletto e a De Paolis, che ottiene il terzo posto in volata, seguito da Gabriele Rausa Cosma (Salis Bike), Enrico Donadio (Cicloò Bike Team) e Thomas Menicacci (Race Mountain Folcarelli).

In virtù di questi risultati, Carrer e De Paolis sono entrambi in testa alla classifica della categoria Esordienti con 82 punti. La maglia rosa viene vestita dal corridore pugliese in qualità di vincitore della gara.

Ottiene invece il terzo successo su tre gare Eleonora Ciabocco: la portacolori del Team Di Federico Pink è sempre più maglia rosa nella categoria Esordienti femminile. Il suo successo è arrivato davanti a Margherita Oggero (Elba Bike Scott), anch’ella molto costante nei risultati ottenuti fino ad oggi, e ad Erika Viglianti (Punto Bici Aprilia), che completa il podio.

La gara promozionale Giovanissimi G6 ha visto il successo di Anthony Montrone (Andria Bike) davanti a Nico Biagi (Elba Bike Scott) e a Simone Vari (Città dei Papi). Nella categoria femminile si impone Sofia Capanni (Race Mountain Folcarelli) su Martina Parotto (Punto Bici Aprilia) e Aurora Immacolata Falabella (Ciclo Team Valnoce).

La giornata di gare, come di consueto, ha preso il via con le gare riservate alle categorie Master. Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli) ha preso parte alla gara dopo aver conquistato il titolo europeo a Tabor, in Repubblica Ceca, la scorsa settimana. Il fresco campione europeo non ha deluso le attese e ha ottenuto una bellissima vittoria nella prima fascia, conquistando la testa della corsa nel primo giro e rimanendo in testa fino alla fine. Il suo vantaggio rispetto a Fabrizio Trovarelli (BikeLab), Leonardo Caracciolo (Centro Bici Team Terni) e Mattia Zoccolanti (Bikeland), che sono stati i più costanti nell’inseguimento, è stato superiore ai quaranta secondi.

Più equilibrata è stata la gara nella categoria dei Master di seconda fascia, con Gianni Panzarini (Drake Team Cisterna) che è stato leader della corsa per diversi giri, con Luigi Carrer (Eurobike) e Gianfranco Mariuzzo (Mtb Santa Marinella) che hanno imposto un ritmo tale da non perdere troppo terreno rispetto al leader della gara. Negli ultimi tre giri Carrer riesce a superare Panzarini, incrementando sempre di più il proprio vantaggio. La maglia rosa riesce a trionfare davanti al corridore laziale, mentre in terza piazza chiude il campione d’Italia Mariuzzo.

Tra le donne Master si impone Sabrina Di Lorenzo (Asd Di Lorenzo), che ottiene la terza vittoria su tre gare. Il suo successo è arrivato davanti ad Anna Critelli (Velo Audax Roma).

Gli ordini di arrivo completi sono disponibili sul sito ufficiale del GIC, all’indirizzo http://www.ciclocrossroma.it/ordini-arrivo-grumo-nevano/2017/11/12/

Open maschile:
1 – Antonio Folcarelli (Race Mountain Folcarelli)
2 – Cristian Cominelli (Prd Sport)
3 – Stefano Capponi (Pro Bike Riding Team)
4 – Emanuele Di Giovanni (Digiotek)
5 – Michael Capati (Time Bike Cicli Caprio)

Open femminile:
1 – Alessia Bulleri (Trentino Cross Giant Smp)
2 – Nicole Fede (Valcar PBM)
3 – Valeria Pompei (Race Mountain Folcarelli)
4 – Giorgia Fraiegari (Team Masciarelli)
5 – Gaia Realini (Team Masciarelli)

Juniores:
1 – Loris Conca (Biringhello)
2 – Federico Ceolin (Velociraptors)
3 – Marco Pavan (Cadrezzate Guerciotti)
4 – Alessandro Verre (Team Bykers Viggiano)
5 – Gabriele Spadoni (Noceto Nial)

Allievi:
1 – Gabriele Torcianti (Biciadventure Team)
2 – Ettore Loconsolo (Ludobike)
3 – Daniel Cassol (Trentino Cross Giant Smp)
4 – Manuel Capra (Lagorai)
5 – Gabriel Fede (Cadrezzate)

Allieve:
1 – Letizia Brufani (Lu Ciclone)
2 – Ylenia Fiscarelli (Fiorin)
3 – Lara Scarselli (Ciclistica San Miniato – Santa Croce)
4 – Giorgia Negossi (Race Mountain Folcarelli)
5 – Adelaide Preziosa (Gaetano Cavallaro)

Esordienti:
1 – Ivan Carrer (Eurobike)
2 – Andrea Micaletto (Mtb Casarano)
3 – Federico De Paolis (Race Mountain Folcarelli)
4 – Gabriele Rausa Cosma (Salis Bike)
5 – Enrico Donadio (Cicloò Bike Team)

Esordienti donne:
1 – Eleonora Ciabocco (Team Di Federico Pink)
2 – Margherita Oggero (Elba Bike Scott)
3 – Erika Viglianti (Punto Bici Aprilia)
4 – Elisa Giunta (Punto Bici Aprilia)
5 – Denise Falabella (Ciclo Team Valnoce)

G6 maschile:
1 – Anthony Montrone (Andria Bike)
2 – Nico Biagi (Elba Bike Scott)
3 – Simone Vari (Città dei Papi)

G6 femminile:
1 – Sofia Capagni (Race Mountain Folcarelli)
2 – Martina Parotto (Punto Bici Aprilia)
3 – Aurora Immacolata Falabella (Ciclo Team Valnoce).

Master fascia 1:
1 – Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli)
2 – Fabrizio Trovarelli (BikeLab)
3 – Leonardo Caracciolo (Centro Bici Team Terni)

Master fascia 2:
1 – Luigi Carrer (Team Eurobike)
2 – Gianni Panzarini (Drake Team Cisterna)
3 – Gianfranco Mariuzzo (Mtb Santa Marinella)

Master woman:
1 – Sabrina Di Lorenzo (Asd Di Lorenzo)
2 – Anna Critelli (Velo Audax Roma)

Condividi
Leggi il seguito

Polartec-Kometa : Ecco la prima immagine della squadra di Contador e Basso

Ecco laprima immagine della Polartec -Kometa 2018.La squadra voluta da Alberto Contador e Ivan Basso avra’ tra le fila 14 under 23 e tra questi due italiani quali Matteo Moschetti , campione italiano under23 in carica e il campione europeo juniores Michele Gazzoli ma, ecco alcuni dei corridori che faranno parte di questo progetto che vede all’interno la Trek Segafredo che utilizzera’ il team spagnolocome vivaio della squadra WordTour. Ecco i primi nomi  Miguel Angelnel Ballestreros , Juan Camacho , Isaac Canton, Patrick Gamper , Michele Gazzoli, Giuliano Kamberaj, Matteo Moschetti, Michel Ries e Pablo Diego Sevilla.

Condividi
Leggi il seguito