A BRUGHERIO LA “CARICA DEI 600” INFIAMMA L’INCREA STADIUM

Brugherio (MB) 26/11/2017 – In un Parco Increa in cui sole e vento la fanno da protagonisti, Eva Lechner e Gioele Bertolini conquistano la nona edizione della gara internazionale organizzata da LC Brugherio 2, MTB Increa, Bugherio Sportiva e GS Sorgente Pradipozzo, inserito nel circuito Selle SMP Master Cross. Grande afflusso di pubblico nel parco brugherese e gare di altissimo livello che hanno infiammato la ex cava brianzola su un percorso, a detta di tutti, ancora più interessante rispetto alle passate edizioni.

E’ Gioele Bertolini, alfiere Selle Italia Guerciotti Elite, a mettere il sigillo in categoria Open maschile, aumentando gradualmente il proprio vantaggio sul duo formato da Cristian Cominelli (PRD Sport Factory Team) e Lorenzo Samparisi (KTM Alchemist Selle SMP Dama) rispettivamente secondo e terzo al traguardo. Il valtellinese continua a dimostrare un grande stato di forma, certificato dai giri veloci inanellati a Brugherio. La maglia di leader del trofeo Selle SMP Master Cross rimane sulle spalle di Jakob Dorigoni. Nell’Open femminile è invece la bolzanina Eva Lechner (Clif Pro Team) ad arrivare al traguardo con le braccia alzate al cielo ed un sorriso che si allarga man mano che la linea finale si avvicina. La seguono Alessia Bulleri (Trentino Cross-Giant-Selle SMP) e Francesca Baroni portacolori della Selle Italia Guerciotti Elite staccate dalla plurititolata campionessa altoatesina.

La brianzola Rebecca Garboldi (Team Isolmant), Martino Fruet (Team Lapierre Trentino Alè) e Dalla Valle Tommaso (KTM Alchemist Selle SMP Dama) ricevono il primo trofeo Euromec 2 Innotec.

Nella categoria juniores maschile è podio tutto veneto con Filippo Fontana (Trentino Cross-Giant-Selle SMP) sul gradino più alto per il terzo anno consecutivo all’Increa Stadium, seguito da Federico Ceolin (ASD Team Velociraptors) e Leonardo Cover (Sportivi del Ponte).

In mattinata le gare inserite nel calendario nazionale. Ad inaugurare il tracciato del Selle SMP Master Cross sono gli amatori con Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli Team) e Gianfranco Mariuzzo (ASD MTB Santa Marinella)che, rispettivamente, si aggiudicano la prima posizione nella fascia 1 e 2; la categoria Master donne la conquista, invece, Alice Piganzoli (Pedale Morbegnese). Matteo Fiorin (GS Cicli Fiorin) sale in cattedra per la categoria G6 maschile, mentre per la femminile è Valentina Corvi ( Melavì Focus Bike) a tagliare per prima il traguardo. Federico De Paolis (Race Mountain Folcarelli Team) e Martina Recalcati (Lissone MTB) salgono sul gradino più alto del podio nella categoria Esordienti 2° anno. I numerosi iscritti in categoria Allievi costringono gli organizzatori a raddoppiare le manches con Gabriel Fede (Cadrezzate Verso L’Iride Guerciotti) che si impone tra gli Allievi 1° anno e Davide De Pretto (Scuola Cisclismo Piovene) tra gli Allievi 2° anno. In categoria Allieve affermazione di Lucia Bramati del Team Bramati.

Condividi
Leggi il seguito

PREMIO CORAGGIO E AVANTI : PREMIATI SIMONE CONSONNI E LA SQUADRA TOSCANA JUNIORES VINCITRICE DEL LUNIGIANA

SANTA LUCIA ALLA CASTELLINA(FI). Una bella festa con tutto il ciclismo ed i suoi protagonisti, strada, pista e crono. Il ciclismo di ieri e di oggi e quello del futuro, che si è stretto attorno ai commossi genitori di Michele Scarponi, Giacomo e Flavia. Al campione marchigiano era dedicata infatti l’edizione di quest’anno del 14° Premio Coraggio e Avanti, svoltasi al convento di Santa Lucia alla Castellina, dei Padri Carmelitani, Nicola, Luca, Raffaele, Agostino. C’erano anche i rappresentanti del Fans Club Scarponi. Un lungo applauso ha aperto con questa premiazione la cerimonia. Il Premio Coraggio e Avanti per Simone Consonni, rivelazione del 2017. L’anno prossimo accanto a Aru, Kristoff e Martin nella UAE Emirates, continuerà l’attività su strada e su pista. Strizza l’occhio alle classiche il 23enne bergamasco ad iniziare dalla Milano-Sanremo. L’Ammiraglio D’Oro è stato scelto Paolo Slongo, preparatore di Vincenzo Nibali nella Bahrain Merida. Nel 2018 un occhio di riguardo in più da parte di Nibali per le classiche, ed il grande obbiettivo del mondiale in Austria. Entro pochi giorni la decisione se Nibali sarà al Giro oppure al Tour, ma quest’ultima gara a tappe sembra sempre più vicina. Il premio “Franco Ballerini” al responsabile tecnico dell’attività femminile Edoardo Salvoldi. Macchè “Mago e Re Mida” per le tantissime medaglie conquistata dal ciclismo rosa. “Abbiamo un bel gruppo – dice Salvoldi –ed il compito è di preservarlo per avere altre soddisfazioni con un traguardo, le Olimpoiadi di Tokio nel 2020”. Il “Mario Sani” per la promessa juniores (c’era anche il c.t. De Candido), al campione europeo Michele Gazzoli, forte, bravo, brillante, ma anche intelligente, e sempre per la categoria juniores alla squadra toscana vincitrice del Giro della Lunigiana 2017 con il forte e brillante azzurro Andrea Innocenti ed i compagni della rappresentativa, il campione italiano Acco, Magli, Marouan, Aposti, Severi, guidata dal tecnico responsabile Giuseppe Di Fresco. Per l’attività femminile riconoscimento alla campionessa del mondo ed europea su pista, Vittoria Guazzini (per la pratese strada e pista anche nel 2018), per gli under 23 al tricolore a cronometro Paolo Baccio della Mastromarco Sensi Nibali, altro siciliano che arriva da Avola, come a suo tempo Barone e poi Tiralongo e Caruso. Il premio “Over 35 Edo Gelli” a Domenico Pozzovivo, che si appresta con entusiasmo alla nuova stagione che vedrà il lucano accanto a Vincenzo Nibali. Pozzovivo pensa al Giro d’Italia, ma anche a certe classiche per la stagione 2018 dopo le prove di quest’anno. Il premio Filotex a Piero Pieroni, massaggiatore, direttore sportivo, manager, dirigente che rimase per 9 anni nello storico gruppo professionistico pratese. Il premio Alfredo Martini “Azzurri d’Italia” a Luca Paolini, consegnato dalle figlie Silvia e Milvia, e dai nipoti Edoardo e Matteo, presenti anche Francesco e Irene dell’Associazione Trisomia 21 alla quale Alfredo era affezionato. Per la sua fedeltà al ciclismo, oltre 50 anni di presenza dei quali 33 con il gruppo sportivo professionistico Amore e Vita, il più longevo in campo mondiale tra quelli in attività, è stato premiato il dirigente lucchese Ivano Fanini che ha donato agli organizzatori la maglia con la firma del Pontefice Giovanni Paolo 2°. Premiati anche Marcello Mugnaini (di recente è uscito il libro “Pane e bicicletta” che racconta la sua carriera), il pratese Maurizio Colligiani, giudice regionale di gara conosciuto anche come il “Poeta” e l’ex campione Roberto Poggiali con la moglie Roberta. Per loro questa festa è coincisa con le nozze d’oro.
Giacinto Gelli, Luca Limberti e tutto il gruppo degli Amici del Ciclismo della Castellina, possono essere veramente fieri e orgogliosi della loro festa.

Condividi
Leggi il seguito

Ciclocross: Prima vittoria del Campione del Mondo Wout Van Aert in Coppa

 Wout Van Aert il campione del mondo in carica  e’ tornato al successo nella  Coppa del Mondo di Ciclocross che si e’ corsa a Zeven in Germania . Il corridore della Crelan Charles ha preceduto di 47″ l’olandese Mathieu Van Der Poel (Beobank Corendon) e mentre al terzo ha chiuso  Toon Aerts(Telenet Fidea). 

Ordine di arrivo

1 VAN AERT Wout CRELAN – CHARLES BEL en 1h07’32”  
2 VAN DER POEL Mathieu BEOBANK-CORENDON NED +0:47  
3 AERTS Toon TELENET FIDEA LIONS BEL +0:50  
4 VAN KESSEL Corne TELENET FIDEA LIONS NED +1:39 
5 VANTHOURENHOUT Michael MARLUX – NAPOLEON GAMES BEL +1:57 
6 PAUWELS Kevin MARLUX – NAPOLEON GAMES BEL +2:16 
7 VANTORNOUT Klaas MARLUX – NAPOLEON GAMES BEL +2:25 
8 MEISEN Marcel STEYLAERTS – BETFIRST GER +2:34  
9 HERMANS Quinten TELENET FIDEA LIONS BEL +2:42  
10 MEEUSEN Tom BEOBANK-CORENDON BEL +2:46  

Condividi
Leggi il seguito