Alberto Dainese (Zalf) si impone allo sprint nel 29° Memorial Vincenzo Mantovani

Il padovano Alberto Dainese e’ il vincitore del ventinovesimo Memorial Vincenzo Mantovani, svoltosi oggi sulle strade mantovane di Casteldario. La corsa organizzata dalla Unione Ciclistica Ceresarese con il sostegno della famiglia Mantovani si e’ risolta allo sprint, nel quale il portacolori della Zalf Euromobil Desiree Fior ha prevalso su Moreno Marchetti (Petroli Firenze Hoppla’ Maserati), secondo e su Enrico Zanoncello (Team Colpack), terzo.

Una corsa, che ha visto ai nastri di partenza centosessantotto corridori suddivisi in ben ventotto formazioni. Tanti gli attacchi nelle prime fasi, tutti controllati dal gruppo. L’unico a fare la differenza e’ stato Leonardo Fedrigo (Petroli Firenze Hoppla’ Maserati), prima con la collaborazione di Federico Burchio (Beltrami Tsa Argon 18 Tre Colli) e poi in perfetta solitudine. Arrivato a guadagnare sino ad un minuto di vantaggio, Fedrigo e’ stato ripreso dal gruppo a venticinque chilometri dalla conclusione.

Il finale e’ stato controllato dalle formazioni con i velocisti piu’ quotati. E dallo sprint finale e’ emersa la grande condizione di Dainese. “Sono stato supportato da una squadra formidabile nel finale – ha detto il vincitore – che ha saputo mettermi nelle condizioni di poter dare il meglio allo sprint. Seppur abbia appena patito un’influenza che mi ha un po’ frenato nell’allenamento, oggi ho avvertito subito buone sensazioni. La squadra per me ha fatto il resto. Per questo condivido con i compagni questo bel successo”.

Accanto alla famiglia Mantovani ed agli organizzatori della Ceresarese, sul palco del cerimoniale di premiazione sono saliti il consigliere nazionale della Federciclismo Corrado Lodi accompagnato dal presidente del comitato provinciale mantovano Fausto Armanini. Mentre a rappresentare il Comune di Casteldario alla partenza ha presenziato il sindaco Daniela Castro ed all’arrivo il vice sindaco Nicola Zoccatelli.

Per la Sc Ceresarese si chiude una settimana intensa, partita martedi scorso con il Gran Premio Fiera della Possenta e conclusa oggi con il Memorial Vincenzo Mantovani. “Giorni impegnativi ma decisamente positivi – ha sottolineato il presidente del sodalizio ceresarese Simone Pezzini – oggi abbiamo concluso la prima parte della nostra stagione organizzativa con una bellissima corsa, resa possibile ancora una volta grazie alla passione della famiglia Mantovani nel ricordo di Vincenzo in una comunita’ molto legata al ciclismo come quella di Casteldario. Un ringraziamento ulteriore ai nostri collaboratori che ci sono sempre al fianco”.
ORDINE DI ARRIVO:
1° DAINESE ALBERTO (ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR)
2° MARCHETTI MORENO (PETROLI FIRENZE HOPPLA’ MASERATI)
3° ZANONCELLO ENRICO (COLPACK)
4° BEGNONI GIANMARCO (G.S.C. VIRIS LOMELLINA A.S.D.)
5° ROCCHETTA CRISTIAN (GENERAL STORE BOTTOLI)
6° TAGLIANI FILIPPO (GALLINA COLOSIO EUROFEED A.S.D.)
7° FERRARI DAVIDE (VIRIS-LOMELLINA-L&L-SISALMATCHPOINT)
8° DE MORI MATTIA (GALLINA COLOSIO EUROFEED A.S.D.)
9° MILANI GIANLUCA (ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR)
10° OLIVETO SAMUELE (OVERALL FGM TRE COLLI CYCLING TEAM)

Condividi
Leggi il seguito

Il 24°Trofeo Alta Valle del Tevere M. Amantini a Davide Leone

E’ Davide Leone della VPM Porto Sant’Elpidio il trionfatore della 24^ Edizione del Trofeo Alta Valle del Tevere. E’ lui che ha sbaragliato la concorrenza dei 159 atleti al via, provenienti da tutta Italia, e si e’ presentato a braccia alzate sull’arrivo in Viale Vittorio Veneto. 

Come detto anche quest’anno la gara ha visto al via un foltissimo gruppo di atleti Under 23 ed Elite, a riconferma del valore della manifestazione, che si sono dati battaglia sui 138 km del percorso; il tracciato inoltre e’ stato leggermente modificato rispetto al passato con l’inserimento di tutta l’ascesa verso Canoscio. 
Assolutamente da notare e’ stata la presenza del CT Under 23 Marino Amadori che ha scelto la gara come test per le convocazioni per il Giro delle Fiandre di sabato prossimo. 

Quest’anno la corsa e’ stata resa ancora piu’ difficile dalle condizioni metereologiche, con una giornata piu’ autunnale che primaverile, rese difficili da improvvisi rovesci e temperatura bassa. Anche questo ha contribuito a mantenere molto chiusa la corsa senza che si possano annoverare tentativi di fuga degni di nota. 

La corsa e’ pero’ esplosa nel corso dell’ultimo giro, dove l’ultima ascesa a Canoscio ha decimato cio’ che rimaneva del gruppo. L’attacco decisivo pero’ e’ avvenuto a 10km dal traguardo quando se ne sono andati in due: Davide Leone del VPM Porto Sant’Elpidio e Marengo Umberto della VIRIS Vigevano; il gruppo, seppur sia rimasto sempre a pochi secondi, non e’ stato in grado di ricucire. 

Nell’ultimo chilometro e’ proprio Davide Leone a dare la zampata giusta arrivando in solitaria; alle sue spalle Nicolo’ Rocchi e, appunto, Umberto Marengo del Viris Vigevano. 

Presenti alla premiazione l’assessore Massetti del Comune di Citta’ di Castello, il vice commissario del Comitato Umbro Avvocato Moricone, la moglie del compianto Renato Amantini, L’Ingegner Sambuchi della SVI, il Signor Menichetti dell’Edilsystem e, infine, il Presidente dell’Unione Ciclistica Citta’ di Castello, Patrizio Braganti che coglie l’occasione per ringraziare l’insostituibile aiuto dell’amministrazione comunale di Citta’ di Castello, delle Forze dell’ordine e della Protezione Civile, nonche’ di tutti gli sponsor che hanno reso possibile questa giornata e che sostengono puntualmente tutte le attività promosse dall’Unione Ciclistica Citta’ di Castello. 

MAGLIA ROSSA SVI, VINCITORE: DAVIDE LEONE del VPM PORTO SANT’ELPIDIO 
MAGLIA VERDE EDILSYSTEM, GPM: ANDREA DI RENZO del VPM PORTO SANT’ELPIDIO 
MAGLIA ROSA SALPA, TRAGUARDI VOLANTI: UMBERTO MARENGO DEL VIRIS VIGEVANO 
MAGLIA BLU FORTEBRACCIO, GIOVANI: MARCO MURGANO DELLA MALTINTI 
MAGLIA GIALLA REARTU’, STRANIERI: GUTIERREZ BALLESTEROS DELL’ARAN CUCINE

Ordine d’arrivo
km.138 in 3h 25′ media/h 40,390

1 LEONE Davide VPM Porto S.Elpidio Monte Urano
2 ROCCHI Nicolò Viris L&L Sisal Matchpoint
3 MARENGO Umberto Viris L&L Sisal Matchpoint
4 MURGANO Marco Maltinti Lampadari BCC
5 FRISCIA Lorenzo Gragnano Sporting Club
6 PESCI Manuel Team Cervelo
7 IPPOLITO Stefano Team Palazzago
8 SENSI Matteo Malmantile Giani
9 MANTOVANI Sebastiano Viris L&L Sisal Matchpoint
10 DI RENZO Andrea VPM Porto S.Elpidio Monte Urano

Condividi
Leggi il seguito

Coppa Caduti di Reda nel giorno di Pasqua, domenica 1 aprile la 43° edizione della classica primaverile per ciclisti Under 23

Saranno al via della corsa di Sët Strëpp (i “sette strappi”, in romagnolo) quasi 200 ciclisti Elite e Under 23, provenienti da 8 diversi Paesi, in rappresentanza di 26 società sportive. Nell’albo d’oro della corsa, tra i vincitori, anche il campione olimpico Elia Viviani.

Si svolgerà a Reda di Faenza (Ra) nel giorno di Pasqua, domenica 1 aprile, la 43a edizione della Coppa Caduti di Reda, gara ciclistica riservata alla categoria Elite e Under 23 (atleti dai 19 ai 26 anni), riconosciuta a livello nazionale come una classica di primavera nel mondo del ciclismo.

Le richieste di iscrizione sono state come sempre numerosissime, ben oltre il numero massimo di 200 atleti previsto dal regolamento federale, a certificare una volta di più l’attesa e la voglia di partecipare, da parte di società e atleti, alla Coppa Caduti di Reda. Si prevedono al via quasi 200 atleti, provenienti da 8 Paesi (Italia, Colombia, Russia, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Ucraina, Venezuela), in rappresentanza di 26 società sportive. La gara è organizzata dalla società RÔDA REDA e da tutto il solido e appassionato gruppo di volontari locali coordinati da Danilo Costa e Giovanni “Picio” Calderoni, senza dimenticare il sostegno di sponsor e partner che supportano il team organizzativo per la Coppa Caduti di Reda, denominata anche Memorial Cornacchia Stefano – Gran premio De Dietrich e valido come 64° Giro della Romagna (in collaborazione con la società Francesco Baracca di Lugo) e 27° Trofeo Il Cappello d’Oro.

Una corsa che ogni anno fa registrare una grandissima partecipazione, mantenendo al tempo stesso tutti i valori belli e genuini della Romagna, senza snaturarsi, a partire dal nome: tutti, in Romagna ma non solo, la conoscono come la “corsa di Sët Strëpp”, dei sette strappi. Il percorso infatti, ormai consolidato, è impegnativo e, dopo una prima parte pianeggiante, porta i corridori ad affrontare sette strappi: Cima Carla (2 volte), Monticino, Vernelli, Cima Carla, Monte Brullo e San Biagio Antico. Salite non lunghe, ma affrontate in rapida successione (le ultime due a meno di 20 km dal traguardo), rendendo la corsa selettiva ma incerta fino al termine: ogni anno, fino a poche centinaia di metri dall’arrivo non si sa se l’epilogo sarà con uno sprint ristretto o con un’azione solitaria di qualche temerario.

Anche nel 2018 ci si aspetta una gara molto combattuta, che sicuramente porterà un grande talento a scrivere il proprio nome sul già prestigioso albo d’oro della corsa, dopo quelli di corridori come Eliseo Dal Re (due volte vincitore) e passati poi professionisti come Fabiano Fontanelli, Nicola Loda, Cristian Moreni, Paolo Bossoni, Leonardo Bertagnolli e il campione olimpico su pista Elia Viviani (primo a Reda nel 2009).

Negli ultimi anni, il corridore di riferimento è stato il trentino Andrea Toniatti (Team Colpack), unico nella storia della gara ad aver vinto tre edizioni consecutive (2015, 2016 e 2017), al via domenica con il sogno del poker. Ma non avrà vita facile: al via ci saranno tutti i team più forti d’Italia pronti a cercare di vincere con i propri corridori, alcuni dei quali già presenti nell’ordine d’arrivo di Reda, come Gianluca Milani (Zalf Euromobil Desirée Fior), che nel 2016 sullo stesso traguardo fu secondo proprio dietro a Toniatti.

Domenica 1 aprile, sarà la gara a parlare: ritrovo in Via Birandola 120 a Reda alle ore 11, presentazione delle squadre alle ore 12.10, commemorazione al monumento ai Caduti di Reda alle ore 13, via ufficiale alle 13.15 per i 150,7 km di gara. Arrivo, a Reda, previsto intorno alle ore 17.

Condividi
Leggi il seguito

Mastromarco Sensi Nibali: Pasqua e Pasquetta tra Veneto e Toscana

Mastromarco (PT), 30 marzo 2018 – Sarà una Pasqua intensa dal punto di vista agonisitco per il team Mastromarco Sensi Nibali. Non può che essere così con due appuntameti tanto importanti all’orizzonte. Si comincia con la trasferta in Veneto per il Trofeo Piva, corsa Internazionale di km 175 in programma domenica 1 aprile a Col San Martino (Treviso). E’ il 70° anniversario di questa corsa che ha fatto la storia del ciclismo dilettantistico veneto e italiano e la Mastromarco Sensi Nibali solida e bella realtà della storia e del presente del ciclismo dilettantistico italiano non poteva di certo mancare.

“E’ una corsa molto importante come dimostra il campo dei partenti, con il meglio del panorama italiano e tante squadre straniere. Esserci per noi è motivo di orgoglio. L’obiettivo è quello di ben figurare. Baccio, Corradini e Fiaschi, supportati dai compagni, sono elementi che possono ben figurare anche considerando le modifiche che sono state fatte al percorso rendendolo, almeno sulla carta, un po’ più agevole rispetto al passato. Vedremo, noi comunque siamo pronti a dare il massimo” spiega il direttore sportivo Gabriele Balducci.

Le emozioni non finiscono qui. Si continua infatti il lunedì di Pasquetta, 2 aprile, in Toscana con il tradizionale e immancabile appuntamento del 56° GP Sportivi di Poggio alla Cavalla in località Cerbaia a Lamporecchio (Pistoia). Una corsa che si distingue da sempre come il “Mondiale di Primavera” del ciclismo under23 toscano per interesse, numero di partecipanti e spirito agonistico. “Per noi Poggio alla Cavalla non è una corsa, ma è la corsa. Siamo sulle strade di casa e organizza la nostra società. Quest’anno c’è uno stimolo in più perché la testa e il cuore inevitabilmente volano nel ricordo dal nostro Maurino Ortigni, che purtroppo ci ha lasciati, che per tanti anni è stato il motore di questo belissimo evento” dice il diesse Balducci.

01/04 Trofeo Piva, Col San Martino (TV)
Corridori: Paolo Baccio, Michele Corradini, Luca Covili, Tommaso Fiaschi, Giuseppe La Terra.
D.s.: Gabriele Balducci

02/04 GP Poggio alla Cavalla, Lamporecchio (PT)
Corridori: Michael Antonelli, Paolo Baccio, Michele Corradini, Luca Covili, Tommaso Fiaschi, Giuseppe La Terra, Filippo Magli, Davide Masi, Federico Rosati, Mirco Sartori.
D.s.: Gabriele Balducci

Condividi
Leggi il seguito

TEAM BALLERINI PRIMIGI STORE: Pronti per la 70a Coppa Comune di Calenzano-Trofeo Vangi Faliero

Esordio toscano per il team Franco Ballerini – Primigi Store che il 2 aprile affronterà a ranghi compatti la 70^ Coppa Comune di Calenzano – Trofeo Vangi Faliero.

Due podi in due corse finora per la squadra dei DS Samuele Breschi, Antonio Fradusco e Davide Lenzi che ha approfittato della chiusura pasquale delle scuole per svolgere un miniritiro sulle strade toscane per affinare al meglio la preparazione.

80 km previsti per il breve circuito in quel di Calenzano che nell’edizione 2017 vide Juri Passa sfiorare il successo in una top 10 a forti tinte giallo-blu con Roberti e Quagliozzi che proveranno a ripetersi e a migliorarsi in una corsa adatta alle loro caratteristiche.

Appuntamento quindi a lunedì, partenza fissata per le ore 15:45

Condividi
Leggi il seguito