Liegi-Bastogne-Liegi U23: Bagioli, che bel secondo posto!

BERGAMO (BG) – Il Team Colpack grande protagonista sulle strade del Belgio. Oggi è arrivato un magnifico secondo posto del giovanissimo Andrea Bagioli alla 33esima edizione della Liegi-Bastogne-Liegi Espoirs. Un altro podio di grande prestigio internazionale, dopo il terzo posto ottenuto poche settimane fa al Palio del Recioto. Un altro risultato che conferma il valore di questo giovane talento, al primo anno nella categoria Under 23.

“È un bel risultato che per noi vale quanto una vittoria in una corsa prestigiosa come la Liegi che ha permesso ai nostri ragazzi di vivere un’esperienza unica ed emozioni indimenticabili”, ha commentato soddisfatto il direttore sportivo Gianluca Valoti.

Bagioli è entrato nella fuga di quattordici che ha deciso le sorti della corsa e partita a 90 chilometri dalla conclusione. Sulla côte di Saint-Nicolas, a poco meno di una decina di chilometri dal traguardo, il portoghese Joao Almeida è scattato e il valtellinese non è riuscito a rispondere. Il corridore lusitano della Hagens Berman Axeon è volato verso il trionfo. Bagioli si è giocato la seconda posizione del podio contro il francese Alexys Brunel nella volata dentro il velodromo di Ans. I restanti atleti che componevano la fuga di giornata sono stati invece riassorbiti dal gruppo.

La formazione bergamasca diretta dal team manager Antonio Bevilacqua e seguita in ammiraglia anche dal presidente Beppe Colleoni ha partecipato oggi anche alla 69/a Milano-Busseto, gara del calendari nazionale. Protagonista è stato Davide Baldaccini – di recente vincitore a Montanino di Reggello – che è riuscito ad inserirsi nella fuga a dieci che ha tenuto banco per buona parte della giornata. Alla fine, una volta annullato questo tentativo, sono evasi altri quattro corridori è ha vinto la gara Matteo Furlan della Iseo Serrature.

Condividi
Leggi il seguito

ZML TOUR: Sprint vincente di Matteo Moschetti

Una vittoria strappata con i denti quella di Matteo Moschetti sul traguardo olandese del ZLM Tour, quarta prova di Coppa Nazioni UCI Under 23.
Al termine di 178 km di gara l’azzurro si è imposto in volata sul belga Sacha Weemaes (secondo) e il tedesco Max Kanter (terzo al traguardo). Seguono il francese Barbier, lo sloveno Jerman, il russo Rostovtsev, lil portoghese Oliveira e gli azzurri Moreno Marchetti e Giovanni Lonardi, rispettivamente ottavo e nono, undicesimo Alberto Dainese.

Per il lombardo Matteo Moschetti questa vittoria è la settima di stagione la prima in Maglia Azzurra ed ha un significato a dir poco unico:
“Il meteo oggi è stato buono in particolare l’assenza di vento. La corsa è stata abbastanza nervosa visto la fuga dei tre che fino agli ultimi chilometri hanno mantenuto un buon vantaggio. Ma il grande lavoro di Affini e Konychev è stato fondamentale per tirare a tutta. Sul finale tutta la Nazionale era davanti ed io sono riuscito ad imboccare l’ultima curva nel giusto modo e la volata finale è stata vincente. Sono molto soddisfatto di questo successo in Maglia Azzurra perché indossarla è sempre un onore” – dice un emozionato Matteo Moschetti.
Un successo meritato e cercato dalla Nazionale U23 che porta forte motivazione in gruppo e grande soddisfazione al CT Amadori e che mette in evidenza il grande lavoro di squadra e, in particolare, degli azzurri Affini e Konychev che hanno contribuito a raggiungere i tre fuggitivi (che a 50 km avevano raggiunto in vantaggio di 3 minuti sul gruppo) e ribaltare la corsa a favore dell’Italia.
“Sono molto contento di come abbiamo affrontato la corsa. Grande il lavoro di Affini e Konychev e perfetta la volata di Moschetti” – commenta Amadori.
Gli azzurri U23 li vedremo impegnati da lunedì 16 a venerdì 20 aprile al Tour of the Alps: Amici Alberto (Biesse Carrera Gavardo Asd), Bernardinetti Marco (Amore & Vita – Prodir), Conci Nicola (Trek – Segafredo), Covili Luca (Mastromarco Sensi Fc Nibali), Monaco Alessandro (Teodoro Petroli Firenze Hopplà Maserati), Piccot Michel (Biesse Carrera Gavardo Asd), Sobrero Matteo (Dimension Data For Qhubeka).
Mentre, per vedere la Nazionale U23 alla prossima tappa di Coppa Nazioni si dovrà attendere il 31 maggio data di inizio della 5^prova del challenge UCI di categoria in programma in Repubblica Ceca.

Ufficio Stampa FCI

ORDINE ARRIVO
1. Moschetti Matteo Ita in 3h51’23”
2 .Weemaes Sasha Bel
3. Kanter Max Ger
4. Barbier Pierre Fra
5. Jerman Žiga Slo
6. Rostovtsev Sergei Rus
7 . Oliveira Rui Por
8 . Marchetti Moreno Ita
9 . Lonardi Giovanni Ita
10 . Grosser Aaron Ger
11. Dainese Alberto Ita
76 . Affini Edoardo Ita 3:51:41
102. Konychev Alexander Ita 3:53:50

Condividi
Leggi il seguito

Tour of the Alps, è -1: Domenica tutti i protagonisti sfilano ad Arco

Ultimi preparativi per la corsa a tappe Euroregionale, al via lunedì da Arco. Vigilia in grande stile domenica 15, con la conferenza stampa dei favoriti e la presentazione delle 20 squadre al Casinò di Arco, con atleti da ben 34 Nazioni

Foto: Per il Tour of the Alps 2018 ben 34 nazioni rappresentate al via (Credits: Daniele Mosna). Clicca sull’immagine per scaricarla in alta risoluzione. Utilizzo gratuito consentito con menzione dei credits.
Mancano poco più di ventiquattro ore alla grande apertura del Tour of the Alps, e l’atmosfera nel cuore di Arco è quella che precede i grandi eventi. D’altra parte, sono tanti i protagonisti in arrivo in questo fine settimana a caccia di un solo scettro, da conquistare su un percorso intenso e moderno, tra scenari paesaggistici mozzafiato: le premesse per un’edizione 2018 dall’alto tasso di spettacolarità ci sono tutte. La corsa a tappe euro-regionale (16-20 aprile) organizzata dal GS Alto Garda segnerà un nuovo record: al via del TotA 2018 ci saranno ben nove World Teams, guidate dai grandi pretendenti alla maglia rosa del prossimo Giro d’Italia. Completano la griglia otto Pro Continental, due formazioni Continental, e la Nazionale italiana capitanata dall’unico atleta trentino in corsa, Nicola Conci, destinato a vivere giornate di grande emozione nella sua prima annata da pro.

Il quattro volte vincitore del Tour de France, Chris Froome, proverà a regalare al Team Sky il quarto successo consecutivo (con atleti diversi) nella corsa del GS Alto Garda, ma dovrà vedersela con avversari di primissima fila, a cominciare da Fabio Aru (UAE Team Emirates) e Thibaut Pinot (Groupama-FDJ). Non resteranno a guardare due scalatori di razza come Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team) e Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida), e attenzione anche ad outsider come George Bennett (Lotto NL-Jumbo), Leopold König (Bora-Hansgrohe) e Louis Meintjes (Dimension Data).

Saranno 140 i corridori al via – il più giovane è l’austriaco Mario Gamper, 19 anni ancora da compiere, del Tirol Cycling Team, la formazione dall’età media più bassa (20 anni). Il più esperto, invece, è il francese Hubert Dupont dell’AG2R La Mondiale, prossimo alle 38 primavere.

Tutti gli atleti delle venti formazioni al via saranno protagonisti della giornata di vigilia di Domenica 15 Aprile, quando alle 17.30 la presentazione pubblica delle squadre al Casinò di Arco promette di radunare gli appassionati attorno ai campioni più rappresentativi del ciclismo internazionale. Un’ora prima, Chris Froome e Fabio Aru saranno al centro della tradizionale conferenza stampa della vigilia.

Per descrivere il livello di prestigio e notorietà internazionale raggiunto dal Tour of the Alps, basta guardare la startlist provvisoria: sono addirittura trentaquattro le nazioni rappresentate al via, con tutti i cinque continenti rappresentati. Un segnale della globalizzazione delle due ruote, ma anche dell’impressionante penetrazione raggiunta dalla corsa a tappe Euroregionale a livello mondiale.

Un segnale che si riflette anche sul dato della copertura media: sono oltre 130 i giornalisti accreditati, oltre 100 i Paesi nei quali sarà distribuita la trasmissione in diretta prodotta da PMG Sport nell’ambito del progetto “Ciclismo Cup” promosso dalla Lega Ciclismo Professionistico, per novanta minuti quotidiani di spettacolo.

Il Tour of the Alps sarà infatti trasmesso in diretta su Eurosport 1 (Europa, Asia, Oceania), RaiSport (Italia), Bike Channel (Italia), ORF (Austria), TV 2 (Danimarca), L’Equipe (Francia), Eleven (Nord America), FloBikes (Nord America, Centro America, Sudamerica), SkySport (Nuova Zelanda) ed Econet (Africa).

Trasmissione in diretta streaming anche sulla pagina Facebook PMG Sport e sui portali Pmgsport.it, Repubblica.it, Gazzetta.it, inbici.net, cicloweb.it, pulsemedia.it, oasport.it, LaPresse.it, Corrieredellosport.it, Tg.la7.it, Federciclismo.it, Tuttobiciweb.it, Cyclingpro.net, SpazioCiclismo.it, CiclismoSport.Go.tv, Mondiali.net e DirettaCiclismo.it.

IL PERCORSO DEL TOUR OF THE ALPS 2018

1a tappa – Lunedì 16 Aprile
Arco – Folgaria, km 134,6
Dislivello: 2530m. Difficoltà: ***

2a tappa – Martedì 17 Aprile
Lavarone – Fiemme/Alpe di Pampeago km 145,5
Dislivello: 2900m. Difficoltà: ****

3a tappa – Mercoledì 18 Aprile
Ora/Auer – Merano/Meran km 138,3
Dislivello: 2600m. Difficoltà: **

4a tappa – Giovedì 19 Aprile
Chiusa/Klausen – Lienz km 134,3
Dislivello: 2300m. Difficoltà: ***

5a tappa – Venerdì 20 Aprile
Rattenberg – Innsbruck km 164,2
Dislivello: 2770m. Difficoltà: ***

Cinque giorni di corsa, 716,9 km da percorrere, 13.100 metri di dislivello, 10 Gran Premi della Montagna. Il Tour of the Alps ha tutti gli elementi di una corsa moderna, che dopo il successo del 2017 conferma la sua spettacolare formula fatta di frazioni brevi e di grande intensità.

LE SQUADRE DEL TOUR OF THE ALPS

WORLD TEAMS
AG2R-La Mondiale (Francia)
Astana Pro Team (Kazakistan)
Bahrain-Merida Pro Cycling Team (Bahrain)
BORA-hansgrohe (Germania)
Dimension Data (Sudafrica)
Groupama-FDJ (Francia)
Lotto.NL-Jumbo (Paesi Bassi)
Team Sky (Gran Bretagna)
UAE-Emirates (Emirati Arabi)

PRO CONTINENTAL
Androni Giocattoli-Sidermec (Italia)
Bardiani-CSF (Italia)
CCC-Sprandi (Polonia)
Euskadi-Murias (Spagna)
Gazprom-Rusvelo (Russia)
Israel Cycling Academy (Israele)
Nippo-Vini Fantini (Italia)
Wilier Triestina-Selle Italia (Italia)

CONTINENTAL
Tirol Cycling Team (Austria)
Team Felbermayr-Simplon (Austria)

SQUADRE NAZIONALI
Italia

Condividi
Leggi il seguito

Work Service domenica su tre fronti

Dopo gli ottimi risultati in avvio di stagione, si avvicina il primo appuntamente internazionale in terra italiana per i ragazzi della Work Service. Domani a Loano andrà in scena il 46° Trofeo Città di Loano che vedrà al via Gabriele Benedetti, Piero Dissegna, Gabriele Matteucci ed il beniamino di casa Samuele Manfredi. Sull’impegnativo percorso della classica ligure si confronteranno i migliori atleti italiani e stranieri.

Sempre domani il team Work Service sarà attivo su altri due fronti, entrambi in Veneto: a San Pietro in Cariano per il 3° Gp Amici del Ciclismo ed ad Altivole per il 15° Trofeo Ristorante alla Colombera,

3° Gp Amici del Ciclismo: Alessio Acco, Marco Benedetti, Samuele Bianchi, Francesco Caroti, Samuele Fongaro, Nicola Garbin, Davide Mattiello, Pietro Pozzan, Marco Viero.

15° Trofeo Ristorante alla Colombera: Davide Boscaro, Francesco Cazzavillan, Andreas del Nista, Luigi Garbin, Lutian Kola, Matteo Marin, Luca Masiero, Gianluca Pasin, Alessio Pisani.

Condividi
Leggi il seguito