73° GRAN PREMIO LIBERAZIONE UNDER23 : POCHE LE SQUADRE ITALIANE AL VIA

Manca meno di dieci giorni al 73° Gran Premio della Liberazione riservato alla categoria under23 che si disputera’ mercoledi 25 aprile nel tradizionale circuito delle terme di Calacalla e le sorprese non mancano di certo . Al momento della stesura di questo articolo, sono solo 78 i corridori iscritti in rappresentanza di sole 14 squadre italiane e specificatamente la Aran Cucine, Bevilacqua Sport, Biesse Gavardo Carrera, Calzaturieri Montegranaro, D’Amico Utensilnord, GM Europa Ovini, Gragnano Sporting Club, Maltinti Banca di Cambiano, Overall FGM, Petroli Firenze Maserati Hoppla, Pro.G.it Team, Sangemini MgKvis, Team Stipa Milano e VPM Porto s.Elpidio.

Come si puo’ notare mancano tra le societa’ iscritte la Colpack, Zalf Desiree Fior, General Store Bottoli, Delio Gallina, Viris Lomellina, Team Fiuli, Malmantile, Cervelo,  Palazzago, e con loro la gran parte delle squadre del panorama ciclistico italiano. 

Tutto questo scaturisce da una lettera che le societa’ italiane che non prenderanno parte alla corsa romana hanno sottoscritto dove, si evidenza che in data 31 marzo 2018 la societa’ Lazzaretti che organizza la corsa avverte le squadre iscritte che la corsa e’ stata cancellata in quanto non ci sono i presupposti per la sua effettuazione.  In cosiderazione di tutto cio’ le squadre italiane  cancellano le prentazioni alberghiere (Che tengono a precisare sempre pagate dalle squadre e non dagli organizzatori ) ma, in data 5 aprile la stessa societa’ organizzatrice fa dietrofont annunciando che la corsa sara’ effettuata. 

La protesta e’ motivata dal fatto che nonostante sia stato chiesto alla FCI di dare un consiglio o una opignone in merito questa latiti ad arrivare

L’impegno delle squadre a pagarsi gli Hotel (avviene da 8 anni) per sanare il debito di 40.000 euro dell’organizzione ad oggi  ancora non sanato. 

Che alle squadre straniere viene  corrisposto un rimborso di 500€ per poter partecipare compresa la sistemazione alberghiera.

Che tutto cio’ e’ inrispettoso per le societa’ che organizzano le gare e che pagano regolamente e puntualmente tutto quanto 

Condividi
Leggi il seguito

TOUR DES ALPS: A FOLGARIA VINCE BILBAO LOPEZ

Straordinario bis dell’Astana oggi al Tour Of the Apls con arrivo a Folgaria. Infatti oggi Lopez Bilbao ha conquistato la Arco -Folgaria, prima tappa della corsa trentina. Alle sue spalle con un ritardo di 6″ il suo compagno di squadra  Luis Leon Sancez precedeva il colombiano dell’Androni Giocattoli, Sosa Cuervo . Quarto posto per Thibaut Pinot  che ha preceduto Chris Froome.

La frazione inaugurale e’ stata caratterizzata dalla fuga a nove che er4a composta dai nostri  Davide Ballerini (Androni Sidermec), Alex Turrin (Wilier Selle Italia),   Bou Company (Nippo Vini Fantini),  Krizek (Team Felbermayr), Friedrich (Tirol), Saramontis (Bora Hansgrohe), Eenkhoorn (Lotto NL Jumbo), Rybalkin (Gazprom) e Berhane (Dimension Data) la cui fuga terminava  sulla salita di Serrada.

ORDINE D’ARRIVO

1° Bilbao Lopez de Armentia – Astana in 3h. 26’41” Media 39,074 km./h.
2° Sanchez Luis Leon – Astana – a 6”
3° Sosa Cuervo Ivan Ramiro – Androni Giocattoli a 6”
4° Thibaut Pinot – Groupama Fdj a 10”
5° Chris Froome – Team Sky a 10”
6° Domenico Pozzovivo – Bahrain Merida a 10”
7° George Bennet – Team Lotto NL Jumbo a 10”
8° Giulio Ciccone – Bardiani Csf a 10”
9° Ben Hermans – Israel Cycling Academy a 10”
10° Fabio Aru – UAE Team Emirates a 14”.

CLASSIFICA GENERALE

1 Pello Bilbao (Spa) Astana Pro Team 3:26:31
2 Luis Leon Sanchez (Spa) Astana Pro Team 0:00:10
3 Ivan Ramiro Sosa Cuervo (Col) Androni-Sidermec 0:00:12
4 Thibaut Pinot (Fra) Groupama-FDJ 0:00:20
5 Christopher Froome (GBr) Team Sky
6 Domenico Pozzovivo (Ita) Bahrain-Merida
7 George Bennett (NZl) LottoNL-Jumbo
8 Giulio Ciccone (Ita) Bardiani-CSF
9 Ben Hermans (Bel) Israel Cycling Academy
10 Fabio Aru (Ita) UAE-Team Emirates

Condividi
Leggi il seguito

NIPPO VINI FANTINI EUROPA OVINI: LE RUOTE VELOCI DEL TEAM PRONTE AL TOUR OF CROATIA

Dal 17 al 22 aprile, 6 tappe e oltre 1.000 km da affrontare. Le ruote veloci #OrangeBlue si preparano ad affrontare la competizione di categoria 2.HC, parallelamente ai loro compagni impegnati al Trentino al Tour of The Alps.

LA FORMAZIONE.
I velocisti puri del team, selezionati dai direttori sportivi Valerio Tebaldi e Shinichi Fukushima saranno il rumeno Eduard Grosu e il nipponico Hayato Yoshida, ben supportati da corridori completi, esperti e veloci come Simone Ponzi e Juan Josè Lobato. Damiano Cima, insieme agli atleti giapponesi Kohei Uchima e Hiroki Nishimura completa la formazione.
La formazione completa: Eduard Grosu, Hayato Yoshida, Juan Josè Lobato, Simone Ponzi, Damiano Cima, Kohei Uchima, Hiroki Nishimura.

LA DICHIARAZIONE.
Valerio Tebaldi e Shinichi Fukushima saranno i Direttori Sportivi al Tour of Croatia, queste le parole del DS italiano sulla gara al via martedì da Osijek: “Con i nostri scalatori impegnati al Tour of The Alps avremo una formazione costruita per gli arrivi veloci e le tappe miste. I nostri uomini di punta per le volate saranno il rumeno Eduard Grosu e il nipponico Hayato Yoshida, coadiuvati da Simone Ponzi, Juan Josè Lobato e Damiano Cima che potranno dire la loro nelle tappe miste. Kohei Uchima e Hiroki Nishimura potrebbero provare qualche azione da lontano, mentre come team proveremo a essere sempre protagonisti in questa gara di ottimo livello, visti gli avversari.”

LA COMPETIZIONE.
il Tour of Croatia si svolgerà per il quarto anno consecutivo dal 17 al 22 aprile, con 6 tappe e oltre 1.000 km da percorrere lungo tutta la Croazia. La gara di categoria 2.HC vedrà al via 3 team World Tour e 11 formazioni Professional, oltre ad alcune formazioni Continental. La gara sarà trasmessa su molti media internazionali e in Italia sarà visibile su Eurosport dalle ore 15.30.

Condividi
Leggi il seguito

Amore & Vita – Prodir: dalla Svizzera arriva il successo di Freuler

Il ciclista elvetico conquista “l’Inferno di Chablais” e va anche al comando della classifica generale della Coppa di Svizzera

Jan-Andrè Freuler finalmente ha rotto il ghiaccio! Il nipote dello storico velocista Urs Freuler, ancora oggi ricordato come uno degli sprinter e pistard più forti di tutti i tempi, ha conquistato ieri in Svizzera, nel Canton di Vaud, la 4° edizione de L’Enfer du Chablais. Per Freuler che già aveva raggiunto piazzamenti degni di nota in questo ultimo mese, si tratta del 1° successo stagionale in maglia Amore & vita – Prodir. Una vittoria che lo proietta anche in testa alla classifica generale della Coppa di Svizzera.

“Siamo contenti per questo risultato, e facciamo i nostri complimenti a Jan – afferma il G.M. Cristian Fanini – è un punto di partenza per traguardi molto più prestigiosi per lui e per tutto il nostra squadra. Ad ogni modo L’Enfer du Chablais è stata una corsa molto impegnativa e spettacolare. Un vero ‘inferno, come dice il nome stesso della corsa, stile classiche del nord e Jan ha saputo correre in modo perfetto. Tra l’altro questa vittoria arriva nel giorno del compleanno del nostro sponsor Giorgio Pagani di Prodir e Premec, quindi ha tutto un sapore molto particolare. La vittoria la dedichiamo a lui, con la speranza che sia la prima di tante”.

Alle spalle di Freuler sono giunti nell’ordine gli svizzeri Timo Guller, Jonathan Russo e Dylan Page.

Il team Amore & Vita – Prodir tornerà in azione domenica 22 Aprile al Giro dell’Appennino. Nel frattempo occhi puntati su Marco Bernardinetti da oggi impegnato con la nazionale italiana al Tour of the Alpes.

Condividi
Leggi il seguito

TOUR OF THE ALPS 2018 ECCO I DORSALI UFFICIALI

Buongiorno dal Tour of the Alps. La corsa euroregionale prende il via questa mattina da Arco, uno dei gioielli del Garda Trentino, territorio a nord del lago più grande d’Italia. Siamo nel paradiso della vacanza attiva, tra scenari mozzafiato. I protagonisti annunciati Froome, Aru e Thibaut potranno subito testare la forza dei rivali in una tappa con 2.530 metri di dislivello e finale intrigante, con arrivo sull’altipiano di Folgaria.

Condividi
Leggi il seguito