Juniores: Svelato il Gp Liberazione Città di Massa 2018

Si è svelata questa mattina presso la sede della provincia di Massa Carrara, l’edizione 2018 del Gran Premio Liberazione Città di Massa, gara nazionale riservata alla categoria juniores ed organizzata dal Gs Turano. Per l’edizione 44 si rinnova la collaborazione con la Montignoso Ciclismo, da diversi anni a fianco degli sportivi di Turano nell’allestimento di questa prestigiosa competizione.

La conferenza stampa di questa mattina è stata l’occasione per presentare la nuova iniziativa di acqua Fonteviva, partner storico della manifestazione, che ha prodotto e distribuito attraverso la sua rete di vendita delle originali bottiglie celebrative dell’edizione 2018 del Gran Premio Liberazione Città di Massa.

Nuovo percorso, la salita di EVAM decisiva?

Dal punto di vista tecnico non mancano le novità, con il percorso che è stato rivisto nella sua parte finale. Dopo la partenza ufficiosa dalla centralissima Piazza Aranci e la partenza ufficiale di fronte all’Antica Pasticceria Tonlorenzi, la corsa transiterà una prima volta sotto il traguardo di Turano dopo circa tre chilometri. Inizierà quindi un circuito da ripetere per tre volte che prevede il passaggio da Cinquale, Marina di Massa, Massa e ritorno a Turano. Conclusi i tre giri iniziali la corsa vivrà una prima fase interessante nella doppia ascesa verso la Fortezza di Montignoso con passaggi dal Gpm previsti al chilometro 52 ed al chilometro 64. Dopo aver affrontato il tratto pianeggiante attraverso Cinquale e Marina di Massa, la corsa tornerà a Turano dopo 85 chilometri di gara.
Da questo momento in poi si entrerà nel vivo della battaglia, ancora pochi chilometri di pianura prima di affrontare la salita di EVAM dove sarà posto il terzo Gpm di giornata al quale seguirà la picchiata verso Massa. I successivi chilometri verso Carrara saranno l’ultima occasione per anticipare i favoriti che tenteranno di piazzare il colpo vincente sull’ultima ascesa di giornata verso il Gpm della Foce.
La veloce discesa e gli ultimi chilometri pianeggianti definiranno le gerarchie in vista del traguardo finale posto in via Aurelia a Turano

Condividi
Leggi il seguito

LA NIPPO VINI FANTINI EUROPA OVINI SI SBLOCCA: EDUARD GROSU VINCE LA SECONDA TAPPA DEL TOUR OF CROATIA.

Zara (Croazia) – 18 Aprile 2018

L’amarezza del terzo posto raggiunto nella tappa inaugurale si trasforma presto in vittoria per Eduard Grosu, che vince in volata la seconda tappa del Tour of Croatia e conquista la maglia di Leader della classifica generale. Una volata di grinta e di forza a testimonianza della buona condizione fisica in cui si trova il velocista romeno e alla voglia di raggiungere questo risultato.

Lo spagnolo Juan José Lobato, prezioso alleato di Eduard Grosu nelle fasi finali del percorso, si aggiudica il quinto posto di giornata.

Per il team NIPPO Vini Fantini Europa Ovini si tratta della prima vittoria stagionale ottenuta al termine di una tappa corsa in modo impeccabile da parte di tutti i corridori #OrangeBlue.

LA VITTORIA DI EDUARD GROSU

Se la pioggia ha condizionato la tappa inaugurale del Tour of Croatia, certamente il forte vento è stato il protagonista della seconda frazione. 231km corsi con raffiche di vento che han portato gli organizzatori, al termine del GPM di Velebit, a neutralizzare la corsa per diversi chilometri. Nella prima parte di gara sono stati quattro i protagonisti che hanno intrapreso la fuga di giornata, costantemente controllata dal team #OrangeBlue e dagli altri team di classifica. Una serie di ventagli portano a frazionare il gruppo, che torna a ricompattarsi ai piedi dell’ultima asperità. La gara esplode proprio al termine di quest’ultima salita, quando, percorsa la discesa, si entra nel circuito di Zara. Un circuito tecnico e ricco di curve che esaltano le abilità del velocista Eduard Grosu, che, ai meno 800 metri dal traguardo, anticipa gli altri velocisti andando a prendersi la vittoria di tappa e la maglia di Leader del Tour of Croatia. Alle sue spalle Giacomo Nizzolo (Trek Segafredo) e Riccardo Minali (Astana Pro Team) rispettivamente in seconda e terza posizione. Buon quinto posto per Juan José Lobato, prezioso aiuto di Eduard Grosu nelle fasi finali di gara.

LE PAROLE DEL PROTAGONISTA

Promessa mantenuta per Eduard Grosu, che alla vigilia aveva dichiarato di vedere nella tappa di oggi l’occasione perfetta per il proprio riscatto. Lo ha fatto nel migliore dei modi, tagliando per primo il traguardo e conquistando la maglia Rossa di leader della classifica generale. Queste le parole con cui il velocista romeno descrive il successo appena ottenuto e ringrazia i propri compagni di squadra: “È stata una gara strana, condizionata fin da subito dal forte vento. Come avevo detto ieri, oggi volevo fare risultato, volevo ottenere a tutti i costo la vittoria. Ci sono riuscito grazie al lavoro di tutti i miei compagni, preziosi nel coprirmi dal vento in gran parte della gara. Il circuito finale di Zara lo conoscevo bene e non potevo farmi sorprendere. Quando mancavano 800 metri ho deciso di anticipare gli altri andando a tagliare per primo il traguardo. Non so come andrà la tappa di domani, ma per il momento mi godo questa vittoria importante per me e per il Team e la maglia Rossa di Leader”.

Anche Valerio Tebaldi, direttore sportivo in ammiraglia, non trattiene la gioia: “Eduard ha fatto una volata da vero campione con rabbia e la voglia di fare risultato. Abbiamo corso questa gara da grande squadra e la vittoria testimonia quanto di buono abbiamo fatto”.

Domani Eduard Grosu dovrà difendere la maglia di Leader della classifica generale in una tappa molto impegnativa di 134km con arrivo in salita. Il velocista romeno cercherà di onorare al meglio questa maglia, ottenuta con grinta e grande determinazione.

Mentre in Croazia Eduard Grosu e i compagni #OrangeBlue punteranno a dare battaglia, in Italia l’altra parte del team correrà la quarta tappa del Tour of the Alps (Chiusa-Lienz, 134,4km).

Potrete seguire il live del doppio appuntamento su RaiSport ed Eurosport a partire dalle ore 14.00.

CLASSIFICA 2^TAPPA TOUR OF CROATIA

1 GROSU Eduard Michael Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini

2 NIZZOLO Giacomo Trek – Segafredo

3 MINALI Riccardo Astana Pro Team

4 GIDICH Yevgeniy Astana Pro Team

5 LOBATO Juan José Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini

6 RUMAC Josip Meridiana Kamen Team

7 MOHORIC Matej Bahrain Merida Pro Cycling Team

8 GUARDINI Andrea Bardiani – CSF

9 KUMP Marko CCC Sprandi Polkowice

10 ENGER Sondre Holst Israel Cycling Academy

CLASSIFICA GENERALE TOUR OF CROATIA

1 GROSU Eduard Michael Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini

2 NIZZOLO Giacomo Trek – Segafredo

3 MINALI Riccardo Astana Pro Team

4 GUARDINI Andrea Bardiani – CSF

5 BOZIC Jon Adria Mobil

6 STACCHIOTTI Riccardo MsTina-Focus

7 JERMAN Ziga Ljubljana Gusto Xaurum

8 MOHORIC Matej Bahrain Merida Pro Cycling Team

9 RUMAC Josip Meridiana Kamen Team

10 GIDICH Yevgeniy Astana Pro Team

Condividi
Leggi il seguito

LA SFORTUNA CON TRE CADUTE BERSAGLIA L’ANDRONI GIOCATTOLI SIDERMEC AL TOUR OF THE ALPS

Giornata segnata dalla sfortuna per l’Androni Giocattoli Sidermec al Tour of the Alps. Nella terza tappa con arrivo a Merano, Ivan Sosa ha purtroppo dovuto cedere le insegne del primato a causa di una caduta nel corso dell’ultima discesa verso il traguardo.

Sfortunato il giovane colombiano che è caduto quando si trovava nelle avanguardie della corsa, ben intenzionato a difendere il suo primato: una buca sull’asfalto gli è costata lo scivolone, che se da un lato gli ha causato solo qualche abrasione, dall’altro gli ha fatto perdere diversi minuti in classifica. Il colombiano, che era leader anche tra i giovani, ha chiuso con un ritardo di 4’09” dal vincitore O’Connor e ora è 21° in generale a 4’04” dal nuovo capoclassifica Pinot.

La tappa per l’Androni Giocattoli Sidermec, Sosa a parte, ha fatto registrare anche le cadute di Rodolfo Torres e Alessandro Bisolti. Il primo ha riportato una contusione al gomito, mentre per Bisolti, dopo gli accertamenti di rito in ospedale, sembrano scongiurate fratture; per lui gran botta e molto dolore al costato.

Il migliore di giornata per i campioni d’Italia, bersagliati dalla sfortuna, è stato Fausto Masnada, a lungo con Sosa nei duri tratti di salita. Masnada ora è anche il corridore meglio piazzato in classifica per l’Androni Giocattoli Sidermec.

Condividi
Leggi il seguito

TOUR OF THE APLS 2018: O’Connor, colpo di mano a Merano

L’australiano classe ’95 della Dimension Data vince una spettacolare terza tappa del Tour of the Alps. Thibaut Pinot nuovo leader della Classifica Generale dopo una giornata all’attacco

Assolo di Ben O’Connor (Dimension Data) nella terza tappa del Tour of the Alps (Ora-Merano 138,3 Km). Con un’azione da finisseur, l’australiano, classe 1995, ha preceduto di 5 secondi il gruppo dei più immediati inseguitori, regolato dal francese Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), nuovo leader della Classifica Generale.

Ha completato il podio di tappa Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida). Giornata difficile per l’ex leader Ivan Ramiro Sosa (Androni Giocattoli), giunto attardato sul traguardo di Merano a causa di una scivolata.

CLASSIFICA DI TAPPA – PROVVISORIA
1. Ben O’Connor (Dimension Data)
2. Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) +5”
3. Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) +5”
4. George Bennett (Team Lotto NL-Jumbo) +5”
5. Luis Leon Sanchez (Astana) +5”

CLASSIFICA GENERALE – PROVVISORIA
1. Thibaut Pinot (Groupama-FDJ)
2. Domenico Pozzovivo (Bahrain Merida) +15″
3. Miguel Angel Lopez (Astana) + 15″

Condividi
Leggi il seguito