ELENA FRANCHI E’ LA PRIMA LEADER DEL “GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA”

Con la spettacolare cronoscalata individuale Amalfi-Ravello, disegnata sulle strade della suggestiva Costiera Amalfitana, ha preso ufficialmente il via la quarta edizione del “Giro della Campania in Rosa”. Il successo è stato conquistato dalla piccola e tenace scalatrice di Fiorenzuola d’Arda Elena Franchi, che ha percorso i 5 chilometri in programma in 14’05’’.690, mantenendo una media superiore ai 21 Km/h. La portacolori della Conceria Zabri – Fanini, al primo centro stagionale, ha preceduto di 18’’ la più esperta piemontese Anna Ceoloni (S.C. Michela Fanini), partita per ultima. Sul terzo gradino del podio, distanziata di 26’’, è finita la bolzanina Elena Pirrone (Astana Women’s Team), dominatrice lo scorso anno del Campionato del Mondo su strada e contro il tempo junior di Bergen (Norvegia). Ottimo sesto posto assoluto per la toscana Vittoria Guazzini (Zhiraf – Guerciotti – Selle Italia), che si è dimostrata la più forte della categoria junior.

“Dopo un periodo molto difficile dal punto di vista psicofisico, questa vittoria mi ripaga dei tanti sacrifici – ha sottolineato una raggiante Elena Franchi al termine della competizione – la cronometro è stata molto impegnativa, disegnata sulle strade di un percorso davvero spettacolare e direi unico al mondo dal punto di vista paesaggistico. Dedico questo successo a tutta la mia squadra ed alle persone che hanno creduto in me, soprattutto in questo periodo difficile.”

Alla luce dei risultati odierni ad Elena Franchi è stata fatta indossare la Maglia Azzurra (BCE GRUPPO SILVESTRE SRL), come leader della classifica generale assoluta, ad Anna Ceoloni è stata consegnata la Maglia Verde (FEAN), come miglior scalatrice, Elena Pirrone si è portata a casa la Maglia Ciclamino (SELLE SMP), riservata alla leader della graduatoria dei traguardi volanti, mentre Vittoria Guazzini si è aggiudicata la Maglia Bianca (BANCA CAMPANIA CENTRO), come miglior junior.

Il “Giro della Campania in Rosa” proseguirà domani, sabato 21 aprile, con l’inedita Mercato San Severino-Mercato San Severino di 87 chilometri, spalmati sulle strade di un circuito ricco di saliscendi da ripetere per 3 volte, e terminerà con l’ormai classicissima frazione di Caivano, dove le “ruote veloci” del gruppo si daranno battaglia nel tradizionale circuito cittadino da ripetere per 11 volte (84,7 i chilometri totali di gara). La terza prova assegnerà anche la prestigiosa “Coppa Caivano”, ormai giunta all’edizione numero 83.

ORDINE D’ARRIVO PRIMA PROVA “IV° GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA” (AMALFI-RAVELLO):
1) Franchi Elena (Conceria Zabri – Fanini) Km 5 in 14’05’’.690 alla media di 21,284 Km/h
2) Ceoloni Anna (SC Michela Fanini) a 18’’
3) Pirrone Elena (Astana Women’s Team) a 26’’
4) D’Agostin Nicole (Eurotarget – Bianchi – Vitasana) a 32’’
5) Quagliotto Nadia (G.S. Top Girls – Fassa Bortolo a 35’’
6) Guazzini Vittoria (Zhiraf – Guerciotti – Selle Italia) a 41’’
7) Nesti Nicole (Aromitalia – Vaiano) a 42’’
8) Rossato Beatrice (G.S. Top Girls – Fassa Bortolo) a 43’’
9) Laizane Lija (Aromitalia – Vaiano) a 47’’
10) Curinier Lea (Comite Auvergne – Rhone Alpes) a 55’’

IV° GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA – LE MAGLIE
– MAGLIA AZZURRA (BCE GRUPPO SILVESTRE SRL)
Classifica Generale Assoluta: Elena Franchi (Conceria Zabri – Fanini)
– MAGLIA BIANCA (BANCA CAMPANIA CENTRO)
Classifica Generale Giovani: Vittoria Guazzini (Zhiraf – Guerciotti – Selle Italia)
– MAGLIA CICLAMINO (SELLE SMP)
Classifica Traguardi Volanti: Elena Pirrone (Astana Women’s Team)
– MAGLIA VERDE (FEAN)
Classifica GPM: Anna Ceoloni (S.C. Michela Fanini)

IV° GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA – LE PROVE
I^ Tappa – Venerdì 20 Aprile 2018: Amalfi-Ravello (Cronoscalata Individuale di Km 5)
II^ Tappa – Sabato 21 Aprile 2018: Mercato San Severino-Mercato San Severino (Km 87)
III^ Tappa – Domenica 22 Aprile 2018: Caivano-Caivano (Km 84,7)

GIRO DELLA CAMPANIA IN ROSA – ALBO D’ORO
2015: Simona Frapporti (Italia)
2016: Marta Bastianelli (Italia)
2017: Michela Balducci (Italia)

Condividi
Leggi il seguito

TEAM BALLERINI PRIMIGI STORE: DOPPIO IMPEGNO NEL WEEKEND

Prosegue il 2018 del Team Franco Ballerini – Primigi Store che proverà a seguire la scia dei podi conquistati nello scorso fine settimana per dare l’assalto al primo successo stagionale.

Corsa contro le lancette il sabato per Antonio Tiberi che sarà al via del Gran Premio Sogepu, cronometro di 14 km sulle strade di Piosina Città di Castello. Il corridore romano cercherà di sfruttare le sue doti contro il tempo dopo essersi allenato nelle ultime settimane in sella alla sua Twin Blade di Wilier Triestina.

Organico al completo invece domenica a Fucecchio per il 3° GP Pitti Shoes – Memorial Guidoni Mauro. La prova conta 79 km con 22 giri di 3,6 km e gli uomini diretti da Breschi, Fradusco e Lenzi proveranno a dire la loro sugli strappi presenti lungo il percorso, un anello non facile dove è possibile fare differenze sensibili

Condividi
Leggi il seguito

TONELLI FA L’IMPRESA: SPLENDIDA VITTORIA AL TOUR OF CROATIA

Il bresciano trova la prima vittoria da prof nella quarta tappa e porta a cinque il bottino 2018 della Bardiani-CSF
Con una lunga fuga e un coraggioso assolo Alessandro Tonelli ha vinto oggi la quarta tappa del Tour of Croatia, ottenendo la sua prima vittoria da professionista. Il bresciano della Bardiani-CSF, classe ’92 e prof dal 2015, è riuscito a coronare un sogno che molte volte ha inseguito, con tanti chilometri spesi in fuga e con vento in faccia. Sul traguardo di Crikvenica è arrivato solo a braccia alzate, dopo aver staccato i compagni di fuga e tenuto a debita distanza il plotone, giunto a 12” e regolato dal compagno Enrico Barbin, che ha firmato la doppietta del #GreenTeam.

“Sono veramente emozionato, è la gioia più bella della mia vita sportiva” ha affermato Tonelli. “La vittoria è il traguardo che ho non ho mai smesso di sognare. In ogni gara ho sempre cercato di dare tutto per la squadra. Mi sono messo a disposizione per aiutare o andare in fuga, a seconda di ciò che mi veniva chiesto. Oggi mi è stato chiesto di provare ad attaccare e l’ho fatto convinto potesse essere la volta buona”.

“La tappa odierna me l’ero segnata dall’inizio. Ho trovato i compagni di fuga giusti, con i quali ho sempre pedalato di comune accordo. Il finale era un continuo sali-scendi. Sentivo che la gamba c’era, di stare meglio degli altri. Ho attaccato convinto più che mai di poter arrivare al traguardo. Gli ultimi metri sono stati bellissimi, emozione allo stato puro, qualcosa di stupendo”.

“Spero che questa vittoria possa essere un punto di svolta nella mia carriera. Ho preparato la stagione nel miglior modo possibile. Gara dopo gara, da febbraio ad oggi, la condizione è cresciuta così come il livello delle prestazioni. Sono arrivato in Croazia dopo un periodo in altura e il lavoro ha pagato. Ora mi godo il successo. Da domani, però, si torna a pedalare per la squadra, con la speranza che il futuro mi riservi ancora delle soddisfazioni”.

Grazie al successo di Tonelli la Bardiani-CSF festeggia la quinta vittoria del 2018 dopo i due conquistati da Maestri al Tour of Rhodes e Guardini al Tour of Langkawi.

Condividi
Leggi il seguito

Il Tour of the Alps parla francese: la festa è di Thibaut Pinot l’ultima tappa a Padun

L’atleta del team Groupama-FDJ è riuscito a difendere il simbolo del primato nell’ultima tappa con arrivo a Innsbruck, portando a casa la classifica generale che gli era sfuggita per un soffio nel 2017. Podio per Pozzovivo e Lopez, successo di tappa al giovane Padun

Pinot
Uno splendido Tour of the Alps 2018 ha trovato la sua degna conclusione quest’oggi, venerdì 20 Aprile, a Innsbruck, capoluogo del Tirolo e città che darà vita ai prossimi UCI Road World Championships in Settembre. A vincere la seconda edizione del nuovo corso euroregionale è stato Thibaut Pinot, il francese della Groupama-FDJ che già l’anno scorso, al debutto nella gara del GS Alto Garda, aveva concluso al secondo posto, a un’incollatura dal vincitore Geraint Thomas.

Quella sconfitta proprio non gli è andata giù. Nel 2017, dopo il successo di tappa di Trento aveva detto: “Amo questa corsa e questi luoghi, l’anno prossimo tornerò per vincere.” E’ stato di parola, Thibaut, che stavolta, anche senza successi di tappa, è riuscito a distanziare di 15 secondi Domenico Pozzovivo (Bahrain-Merida) e Miguel Angel Lopez (Astana), che sono saliti nell’ordine sugli altri due gradini del podio. Quarto posto per quello che era forse il nome più atteso di questo Tour of the Alps, Chris Froome, capitano di un Team Sky che non è riuscito a centrare uno storico poker di vittorie consecutive. In generale, il Tour of the Alps ha restituito un Froome competitivo, non ancora ai massimi livelli ma volitivo e desideroso di mettere alla prova sé stesso e i suoi avversari. Leggermente sotto le attese, invece, Fabio Aru (UAE Team Emirates) che ha concluso al sesto posto, alle spalle anche di George Bennett (LottoNL-Jumbo), che anche a Innsbruck – come a Pampeago – non è riuscito a tenere il passo dei più forti.

Intanto, il traguardo di Innsbruck ha sorriso all’ennesimo giovane emergente di questo Tour of the Alps: il 21enne ucraino Mark Padun (Bahrain-Merida) ha festeggiato nella quinta tappa, Rattenberg-Innsbruck (164,2 km) il suo primo successo da professionista, riuscendo ad evadere solitario dal gruppo di nove unità selezionatosi nei tre passaggi sulla Olympia Climb – la salita protagonista dei prossimi UCI Road World Championships.
Tour of the Alps
La giornata era cominciata con un gruppo di nove uomini all’attacco – Bidard (Ag2r-La Mondiale), Bagioli (Nippo Vini Fantini), Rodriguez Garaico (Euskadi-Murias), Anton (Team Dimension Data), Gavazzi (Androni Giocattoli), Andreetta (Bardiani Csf), Senni (Bardiani Csf), Niv Guy (Israel Cycling Academy), Mosca (Wilier Triestina Selle Italia) – capaci di guadagnare fino a 10 minuti sul plotone prima dell’ingresso sul tracciato iridato. Non appena, tuttavia, le squadre dei favoriti hanno iniziato a fare sul serio, il loro vantaggio si è rapidamente sgretolato. Allo spagnolo Rodriguez resta però la soddisfazione di indossare sul podio di Innsbruck la maglia verde di miglior scalatore, mentre la maglia rossa (traguardi intermedi) è appannaggio di Pascal Eenkhoorn (LottoNL-Jumbo). La maglia bianca di miglior giovane è rimasta sulle spalle di Ben O’ Connor (Dimension Data), brillante settimo assoluto e vera rivelazione di questo Tour of the Alps.

Annullata la fuga in cima alla seconda ascesa sulla Olympia Climb, Miguel Angel Lopez ha cercato di sorprendere tutti in discesa, trovando poco dopo il contrattacco di Pozzovivo e Pinot: i tre uomini in vetta alla classifica hanno pedalato davanti a tutti fino a 5 km all’arrivo, quando il gruppo guidato da Chris Froome e il suo luogotenente Kenny Elissonde è riuscito a ricongiungersi sui battistrada, prima dell’assolo vincente di Padun.

“Ci avevo pensato nelle prime tornate,” racconta il giovane ucraino, “ho capito che poteva esserci spazio per andare, e ho preferito tentare che tenermi il rimpianto. E’ solo la mia terza corsa quest’anno, sto iniziando a capire che corridore sono: le corse a tappe brevi potrebbero essere la mia strada. Magari anche il Tour of the Alps, un domani…”
Padun
Nell’oggi, tuttavia, il trofeo realizzato da Mastro7 trionfa nelle mani di Thibaut Pinot: “Quando in discesa sono riuscito a riportarmi su Lopez insieme a Pozzovivo, ho capito di aver vinto. Il Tour of the Alps è una delle gare più belle e più dure che abbia disputato, e sono felicissimo di averlo aggiunto al mio palmares.”

“È stata una settimana perfetta, in una delle zone più belle di tutta Europa. L’anno scorso ho promesso che sarei tornato per vincere. Ora prometto che tornerò per il bis.”

Grande anche la soddisfazione dei tre enti che hanno dato vita al Tour of the Alps, Tirolo, Alto Adige e Trentino, uniti nella cooperazione euroregionale. “Il Tour of the Alps è già diventato una grande realtà, – ha dichiarato Arno Kompatscher, Presidente dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino – lo dimostra la statura dei corridori che hanno dato spettacolo in questa corsa, la caratura del vincitore, l’accoglienza del pubblico in cinque splendide tappe, tutte baciate da un meteo fantastico. Soprattutto, questo Tour of the Alps è stato un’importante prova di collaborazione territoriale: adesso l’Euregio è veramente nel cuore del ciclismo.”

A Innsbruck c’è stato spazio anche per il ricordo e la commozione, con la commemorazione celebrata dal Vescovo del Tirolo Hermann Gletter per Michele Scarponi, scomparso poco meno di un anno fa, e che ha visto la partecipazione anche di Giacomo e Flavia Scarponi, i genitori di Michele.

Toccante anche l’intervento del Presidente del GS Alto Garda Giacomo Santini, visibilmente emozionato. “Michele è stato l’esempio di tutto quello che il ciclismo dovrebbe essere, e che sa diventare grazie a personaggi di questa straordinaria qualità umana. Michele è stato un grande atleta, ma è stato anche allegria, generosità, umiltà. Un amico, un padre, un fratello. Nel ciclismo c’è tanto di più degli ordini d’arrivo, e Michele sarà lì, nel nostro cuore, a ricordarcelo per sempre.”

Condividi
Leggi il seguito

MEETING REGIONALE TOSCANA MTB MEMORIAL BALLERINI ECCO TUTTE LE BATTERIE

Si svolgera’ mercoledi 25 presso il Circolo Polisportiva Val di Loreto a Tavernelle di Cortona in provincia di Arezzo sotto l’organizzazione dell’Olimpia Valdarnese la prima prova dell’8a Edizione del Memorial Franco Ballerini , riservata alla categoria giovanissimi.  La gara di Mtb vede al via oltre 300 piccoli atleti dai sette ai 12 anni. 

La prova avra’ inizio alle  ore 10.00 con la partenza della categoria G1 . 

In occasione della manifestazione e’ stato allestito per tutta la durata della manifestazione un punto ristoro e bar presso i locali del circolo Val di Loreto con possibilita’ di prenotazione pranzo a prezzo agevolato contattando il sig.Biagiotti Loriano cell3394114557.

G1M
G2F-G1F
G2M
G3M1
G3M2
G4F-G3F
G4M1
G4M2
G5M1
G5M2
G5M3
G6F-G5F
G6M1
G6M2

Condividi
Leggi il seguito